Getty Images

Enrico Garozzo ritorna sul podio: secondo a Vancouver, vince Kano

Enrico Garozzo ritorna sul podio: secondo a Vancouver, vince Kano

Il 10/02/2019 alle 10:09Aggiornato Il 10/02/2019 alle 13:06

Dal nostro partner OAsport.it

Dopo quasi tre anni Enrico Garozzo ritorna sul podio in Coppa del Mondo. Lo spadista siciliano chiude al secondo posto a Vancouver, venendo sconfitto solamente in finale dal giapponese Koki Kano con il punteggio di 15-7. Per Garozzo è comunque un risultato davvero eccezionale e che mette la parola fine ad un periodo davvero difficile per un atleta che è stato alla posizione numero tre del ranking mondiale e che ora è sprofondato fino al cinquantaduesimo posto.

Vancouver si conferma magica per Garozzo, che proprio in Canada aveva vinto la sua prima gara di Coppa. Un secondo posto quello odierno conquistato al di sopra di ogni aspettativa, visto che il siciliano non è al 100% per un problema alla spalla ed infatti non prenderà parte alla prova a squadre.

In semifinale il nostro portacolori sconfigge all’ultima stoccata l’americano Jacob Hoyle, comunque salito sul podio insieme al francese Alexandre Bardenet (ko 15-8 con Kano). Vittoria per una sola stoccata anche nei quarti di finale per Garozzo, che si apre la strada del podio con il 15-14 sul venezuelano Ruben Limardo Gascon.

Quarti di finale fatali ad un pur ottimo Federico Vismara, che sfiora il secondo podio stagionale dopo il terzo posto di Berna. Il 21enne azzurro è sconfitto per 15-8 dal francese Bardenet, perdendo proprio l’assalto che portava alle medaglie, dopo aver sfruttato bene il canale che si era creato per l’eliminazione al primo turno dell’ucraino Bogdan Nikishin (15-14 con il francese Midelton).

Giapponesi giustizieri degli italiani in questa tappa di Vancouver. Nei sedicesimi Marco Fichera è sconfitto da Satoru Uyama per 15-11, mentre Koni Kano, prima di battere in finale Garozzo, aveva superato all’esordio Valerio Cuomo per 15-11. Subiti out al primo turno anche Davide Di Veroli, battuto per una sola stoccata (13-12) dall’ucraino Roman Svichkar, e Gabriele Cimini, sconfitto anche lui per una stoccata (14-13) dal ceco Martin Rubes.

Video - "60 Second Pro": Mara Navarria ci spiega la botta al piede

01:05
0
0