Getty Images

Vlhova fa paura nella prima manche, a Brignone serve la rimonta perfetta

Vlhova fa paura nella prima manche, a Brignone serve la rimonta perfetta

Il 15/02/2020 alle 10:47Aggiornato Il 15/02/2020 alle 11:34

Dal nostro partner OAsport.it

Petra Vlhova è al comando della classifica dopo la prima manche del gigante di Kranjska Gora. La slovacca ha interpretato al meglio le difficoltà di una Podkoren ghiacciatissima, chiudendo alla fine con il miglior tempo (57”46). Una Vlhova ottima nella parte iniziale e praticamente perfetta sull’imbocco del ripido e poi sul muro finale, dove è riuscita a guadagnare su tutte le avversarie.

Seconda posizione per la neozelandese Alice Robinson, staccata di 24 centesimi da Vlhova, nonostante un clamoroso errore proprio sulla lunga in apertura del muro. Senza sbagliare, probabilmente, Robinson sarebbe stata anche davanti a tutte dopo la prima manche. Terzo posto per la beniamina di casa Meta Hrovat, che si esalta davanti ai propri tifosi e chiude a 77 centesimi dalla vetta.

Quarta la svizzera Wendy Holdener (+0.86), che ha preceduto Marta Bassino (+0.89) e Federica Brignone (+0.94). Le due azzurre sono state protagoniste di una gara opposta: la piemontese ha perso troppo sul ripido finale, mentre la valdostana non è riuscita ad incidere sul piano iniziale, incastrandosi anche con un braccio nel palo. Nella seconda manche servirà una prova perfetta per andare a caccia di un podio importantissimo, in particolare per Brignone.

Ottima giornata per la Slovenia, che trova il settimo posto con Tina Robnik (+0.95). A chiudere la Top-10 ci sono la svizzera Michelle Gisin (+0.96) e le norvegesi Kristin Lysdahl (+1.23) e Nina Haver-Loeseth (+1.29).

andrea.ziglio@oasport.it

Video - Petra Vlhova è uno spettacolo: la slovacca in testa al gigante di Kranjska Gora dopo la prima manche

01:17