07/02/15 - 19:00
Risultato finale
Mondiali 2015
Discesa - Maschile • Finale
avant-match

LIVE
Discesa - Uomini
Mondiali 2015 - 7 febbraio 2015

    
30
Highlights 
 
 Rimuovi
 

Matteo Marsaglia ultimo degli italiani in gara come da aspettativa non è riuscito a fare la differenza. Partito bene con un primo intertempo a soli nove sente4simi da Kueng, ha perso tantissimo sia sul muro che nella seconda parte di gara e ha concluso al ventiquattresimo posto provvisorio. Oggi davvero una giornata disastrosa per l'Italia

 

L'ultimo colpo in canna della svizzera, Didier Defago, interrompe la sua corsa per la medaglia d'oro nella curvetta prima del piano finale. Per tutta la prima parte di gara era stato perfettamente il linea con la leadership della classifica

 

Travis Ganong rovina la festa alla Svizzera e si piazza in mezzo a Kueng e Feuz, buttando fuori dal podio il compagno di nazionale Nyman. Un grandissimo ultimo tratto quello di Ganong che gli ha permesso di recuperare dopo un tratto centrale leggermente più lento rispetto a quello degli avversari diretti

 

Reichelt si dovrà accontentare della sua medaglia in Super G. Un errore in uscita dal muro e addio sogni di gloria di una doppietta

 

Matthias Mayer al traguardo non riesce a mettere in discussione la leadership svizzera. L'ultima carta dell'Austria per mettere il naso nella corsa al podio è la medaglia d'oro del Super G Hannes Reichelt

 

Kueng al comando dopo una gara clamorosa. Trenta centesimi al compagno di nazionale Feuz e la svizzera inizia a sognare una doppietta in cima al mondo

 

Jansrud, flop clamoroso!! Ottavo crono per il leader della classifica di coppa del mondo che riesce a mettersi Feuz alle spalle soltanto nel secondo intertempo, dove lo svizzero era stato meno preciso. Davero un mondiale sfotunato quello del norvegese, che per ora è ancora senza medaglie

 

Niente, gara andata anche per Paris. Davvero un peccato per Dominik perchè nella parte alta aveva fatto tutto bene e al primo intertempo era davanti a Feuz. Paris poi ha perso un attimo lo sci sinistro in una curva sul ripido e le chance di medaglia sono sfumate via

 

Bruttissima prova per Christof Innerhofer. Inizia male e finisce peggio l'atleta di Gais, che si prende nove decimi da Neyman già sul piano iniziale e non riesce a fare la differenza nelle curve sul muro. In grande difficoltà sui tratti di scorrimento finisce a più di un secondo e mezzo dal leader. Per il podio possiamo solo sperare in Paris

 

Secondo tempo provvisorio per Svindal, che ha fatto un piccolo errore nel salto successivo alla Golden Eagle e ha regalato 11 centesimi a Nyman, che per il momento rimane al comando

 

Steven Nyman manda in delirio il pubblico americano sulle tribune. Gran gara per lo statunitense che ha preso un certo vantaggio rispetto a Theaux nella parte alta della pista e poi ha conservato i decimi di scarto fino alla fine

 

Werner Heel arriva al traguardo al termine di una prova davvero opaca. Nessun errore particolare, ma complessivamente una prova molto lenta che l'ha portato a prendersi due secondi dalla testa della classifica

 

Buona la prova di Theaux, che prende la leadership provvisoria della classifica facendo scivolare al secondo posto Carlo Janka. Pulita la sua prova anche se, a occhio, il suo crono non dovrebbe essere sufficiente per il podio

 

Pettorale numero 6 per la medaglia di bronzo del Super G Adrien Theaux. Non possiamo inserirlo nel gruppo dei favoriti, ma qualche giorno fa ha dimostrato di essere in ottima forma, per cui potrebbe piazzare la zampata anche oggi

 

Golberg è il primo atleta ad essere sceso in pista. Non si tratta ovviamente di un top skier, per cui i suoi rilievi cronometrici non sono significativi

 

C'è un certo vento in cima alla Birds of Prey e c'era il dubbio che la partenza sarebbe stata abbassata invece è stato alla fine confermato che la gara partirà dalla cima

 

Nel gruppo dei migliori il favorito d'obbligo sarà Kjietil Jansrud, su cui però è calato un punto interrogativo dopo i problemi incontrati in Super G

 

Col pettorale numero 11 vedremo anche oggi in pista Aksel Lund Svindal. E' rientrato in gara con il Super G Mondiale di giovedì dopo mesi di stop a causa di un'operazione al tendine d'achille e ha già dimostrato di poter dire la sua. Sarà la sorpresa di questa discesa libera?

 

Anche oggi quattro azzurri in gara. Il primo a scendere in pista sarà Werner Heel con il numero 18. Con il numero 14 troveremo Christof Innerhofer, mentre con il pettorale 16, primo a scendere nel gruppo dei migliori, ci sarà la nostra punta di diamante Dominik Paris. Pettorale 27 per Matteo Marsaglia

 

Amici di Eurosport, benvenuti alla seconda gara maschile del Mondiale di Vail/Beaver Creek, la discesa libera