Getty Images

Prove discesa femminile: Holdener sfrutta l’uscita del sole, Goggia la migliore delle azzurre

Prove discesa femminile: Holdener sfrutta l’uscita del sole, Goggia la migliore delle azzurre

Il 07/02/2019 alle 11:52

Dal nostro partner OAsport.it

È la visibilità la protagonista della terza prova della discesa femminile ai Mondiali di Are. Prima la nebbia e il vento hanno portato gli organizzatori ad abbassare ancora una volta la partenza, poi durante la gara è uscito il sole e il cambio di luminosità ha fatto la differenza, agevolando le atlete con i pettorali dopo il 20.

Il miglior tempo è stato realizzato da Stephanie Venier (1’02”66), ma l’austriaca ha saltato una porta e dunque la sua prova non può essere considerata realmente. La migliore, dunque, è stata la svizzera Wendy Holdener, che ha sfruttato in maniera perfetta il cambio di visibilità lungo il tracciato, chiudendo in 1’02”75. In ottica combinata (domani la gara) l’elvetica si conferma la grande favorita per mettersi al collo la medaglia d’oro.

Al secondo posto a pari merito ci sono due austriache, Tamara Tippler e Ricarda Haaser, che pagano 10 centesimi da Holdener. Ottima la prova anche della ceca Ester Ledecka (+0.11) e della svizzera Corinne Suter (+0.14), che completano le prime cinque posizioni della classifica.

Fuori dalle dieci le azzurre. La migliore è Sofia Goggia in quattordicesima posizione, staccata di 81 centesimi da Holdener. La bergamasca è stata una delle ultime a scendere con l’ombra e soprattutto ha commesso un errore dopo il primo salto. Nadia Fanchini e Nicol Delago hanno praticamente fatto gara pari, pagando rispettivamente 93 e 94 centesimi dalla vetta. Più lontane le altre azzurre: Francesca Marsaglia (+1.19), Federica Brignone (+1.63) e Marta Bassino (+2.56).

Video - Sofia Goggia si nasconde nella terza prova di discesa: qualche rischio ma tutto ok

01:01
0
0