Getty Images

Shiffrin, come lei nessuna mai: quarto oro mondiale consecutivo, rimonta dal terzo posto

Shiffrin, come lei nessuna mai: quarto oro mondiale consecutivo, rimonta dal terzo posto
Di Eurosport

Il 16/02/2019 alle 15:37Aggiornato Il 16/02/2019 alle 16:34

La statunitense, influenzata e arrabbiata, nella seconda manche scende con tutta la cattiveria che ha ed è imprendibile. Wendy Holdener sente la pressione e sbaglia, slittando dalla vetta a 17esima. Sul podio con Shiffrin la sorprendente Anna Swenn Larsson e la super-in-forma Petra Vlhova.

Non c'è maltempo, influenza o posizione svantaggiosa che possa fermarla: quando Mikaela Shiffrin è arrabbiata, di solito poi domina. E lo fa anche nello slalom dei Mondiali di Are, dove, al termine della seconda manchelascia tutti a bocca aperta, vincendo a mani basse l'ultima gara al femminile di questi Mondiali di Are.

Video - Mikaela Shiffrin sbaraglia tutte: quarto oro mondiale consecutivo in slalom

01:09

Shiffrin superiore, testa vincente

Tossisce a più riprese, non sta bene e si vede: le notizie fatte trapelare a proposito della sua salute da Killian Albrecht, agente della statunitense, erano vere. Comunque, Mikaela al termine della prima manche era contrariata, per come aveva sciato e per il terzo posto parziale alle spalle di Wendy Holdener e di Anna Swenn Larsson. E nella seconda manche tira fuori tutta l'energia e la grinta residue che ha, buttandosi giù dal (lieve) pendio dello slalom con un ritmo e una velocità incredibili. Si concede anche il lusso di qualche sbavatura, ma quando Mikaela decide che deve vincere, vince, e lo fa alla grande. Il suo è il miglior tempo di manche, unica atleta a restare sotto il minuto di questo tracciato che girava molto e quindi, essendo tecnico, ben si adattava alle sue caratteristiche.

Video - Petra Vhlova, che rimonta! Da quinta a medaglia di bronzo nello slalom di Are

01:51

Swenn Larsson e Vlhova, che podio!

Shiffrin aveva chiuso la propria prova della seconda manche con 1.03 davanti a Petra Vlhova, che era quinta e aveva già rimontato una posizione, autrice a sua volta di una grande prova e approfittando anche della prestazione perggiore di Katharina Liensberger, che era davanti a lei. Tocca quindi ad Anna Swenn Larsson, che era seconda e dissipa il vantaggio che aveva su Mikaela Shiffrin, ma le basta per inserirsi tra la statunitense e la slovacca. Tutto quindi è nelle mani di Wendy Holdener, che era prima al termine della prima manche e deve provare a dare tutto per conquistare un altro oro dopo quello della combinata. Non ce la fa: si fa sbalzare fuori dalla pista e riprende praticamente da ferma, slittando al 17° posto. Il podio dunque è deciso, con Shiffrin, Swenn Larsson e Vlhova.

Video - Swenn Larsson secondo: gioia al traguardo quando capisce che la medaglia è sua

01:55

Disastro Italia, bisogna ripartire

Per quanto riguarda le italiane, ne erano rimaste solo due (Irene curtoni era uscita nella prima manche), e Lara Della Mea prova ad attaccare, ma inforca ed esce. Resta Chiara Costazza, autrice di un'altra brutta manche: conferma quindi il 20° posto della prima metà di gara, mostrando tutte le lacune che devono colmare le discipline tecniche della squadra azzurra.

Record assoluto per Shiffrin, Vlhova multicolor

Per Mikaela Shiffrin si tratta di un record assoluto: vince per la quarta volta consecutiva un oro in slalom e mai nessuno era riuscito a conquistare quattro titoli consecutivi in nessuna disciplina. Ha vinto a Schladming nel 2013, a Garmisch-Partenkirchen 2015, St.Moritz 2017 e adesso ad Are 2019. Ci era andato vicino, nel passato recente, solo Ted Ligety, che aveva vinto per tre volte consecutive in gigante (2011, 2013, 2015) e altri in un passato più lontano (Erika Hess in combinata negli anni '80, Marielle Goitschel sempre in combinata negli anni '60 e la tedesca Christl Cranz della Germania nazista negli anni '30 in più discipline), ma questo è il primo poker della storia. Successo enorme anche per Petra Vlhova, che si porta a casa tre medaglie di tre colori diversi: l'oro in gigante, l'argento in combinata e il bronzo appunto in slalom.

Video - Lacrime per Shiffrin, sorrisi smaglianti per Swenn Larsson e Vlhova: il podio dello slalom

03:11
0
0