Getty Images

Stuhec, che bis in discesa! Vonn si regala l'ultimo podio, azzurre senza medaglie

Stuhec, che bis in discesa! Vonn si regala l'ultimo podio, azzurre senza medaglie

Il 10/02/2019 alle 13:25Aggiornato Il 10/02/2019 alle 14:33

Nella discesa femminile di Are è ancora trionfo sloveno, con Ilka Stuhec che bissa l'oro di Sankt Moritz. Lindsey Vonn centra un grande bronzo all'ultima gara della carriera, in un podio completato dalla svizzera Suter. Non c'è gloria per le italiane: Nicol Delago, sesta, è la migliore, mentre Fanchini, Goggia e Marsaglia finiscono lontane dalle medaglie.

Nella gara regina dello sci, la corona si divide idealmente in due. Da un lato premia la slovena Ilka Stuhec, nuova e vecchia signora della velocità, a un bis d'oro storico in discesa libera dopo il trionfo di Sankt Mortiz e un brutto infortunio nel mezzo. Dall'altro si cala sul capo di colei che più di ogni altra ha segnato la disciplina nei 19 anni in cui ha portato gli sci ai piedi tra i grandi. È Lindsey Vonn, medaglia di bronzo all'ultima pagina del romanzo che è stata la sua strepitosa carriera. Tra loro spunta, di nuovo, la figura di Corinne Suter, talento svizzero che si prende un altro podio dopo quello del Super G. Manca l'azzurro, in una giornata così memorabile. Alla fine è Nicol Delago la migliore, con un sesto posto a una manciata di centesimi dal podio ma con una gara che profuma di futuro. Niente da fare per Sofia Goggia, Nadia Fanchini e Francesca Marsaglia, mai davvero in gara nella discesa mondiale.

Video - Lindsey Vonn, l'ultima discesa della regina dello sci: è bronzo mondiale!

01:23

L'ordine d'arrivo della discesa femminile

1. Ilka STUHEC (SLO) 1:01.74
2. Corinne SUTER (SUI) +0.23
3. Lindsey VONN (USA) +0.49
4. Stephanie VENIER (AUT) +0.53
5. Ragnhild MOWINCKEL (NOR) +0.59
6. Nicol DELAGO (ITA) +0.62
7. Ramona SIEBENHOFER (AUT) +0.64
8. Lara GUT-BEHRAMI (SUI) +0.78
9. Nicole SCHMIDHOFER (AUT) +0.81
10. Tamara TIPPLER (AUT) +0.81

Vonn, una prova da inchino

Come successo ieri con gli uomini, la partenza è di nuovo abbassata a causa del vento. Ne esce una gara mozzata e meno spettacolare del previsto. Le pretendenti sono tante e la gara entra subito nel vivo. Anche perchè col pettorale numero 3 c'è già Lindsey Vonn. L'americana parte determinata, disegna le sue linee aggressive e fa la differenza nell'ultimo tratto, tagliando il traguardo nell'attesa ovazione del pubblico, a cui risponde con un inchino sincero.

Lindsey Vonn: le statistiche di una carriera unica

Goggia indietro, si entra nel vivo

Tocca alle azzurre, con Sofia Goggia e Nadia Fanchini una dietro l'altra. Ma purtroppo per i colori italianii, la loro prova è sinistramente simile e poco brillante. Una partenza discreta e poco più, visto che entrambe non tengono il ritmo della Vonn nell'ultimo tratto e finiscono a mezzo secondo dall'americana. Troppo, in una prova che in linea teorica si corre sul filo dei centesimi. La gara sale di intensità e le emozioni si susseguono senza sosta. Mowinckel spaventa la Vonn, accendendo la luce verde per trequarti di gara, ma pagando anche lei nel finale. Tra le due si inserisce Stephanie Venier, prima freccia scoccata dell'arco austriaco.

Video - Sofia Goggia, che peccato: chiude 15esima nella discesa mondiale

01:08

Stuhec pazzesca, brava Delago

Arriva il momento della campionessa in carica, Ilka da Slovenj Gradec. La Stuhec ribalta l'assunto di una gara giocata per questione di centimetri e sfodera una prova clamorosa, una cavalcata che ha subito il sapore della medaglia grazie a una parte centrale da prima della classe. Poco prima Nicol Delago si era meritata la palma di migliore delle azzurre con una prova coraggiosa e aggressiva, soprattutto nei primi 30 secondi di gara.

Video - Ilka Stuhec campionessa del mondo di discesa: conferma il titolo del 2017

01:08

Austria giù dal podio, si inserisce Suter

Le atlete austriache avevano vinto cinque gare su sei in discesa in questa stagione e un posto sul podio era l'obiettivo minimo per loro. Ma la realtà si rivela amara per i colori biancorossi. Nè Ramona Siebenhofer nè Nicole Schmidhofer disputano una gara degna dei loro gradi. E la delusione austriaca diventa totale quando Corinne Suter, in totale fiducia dopo il bronzo in Super G, si inserisce tra Stuhec e Vonn e butta giù dal podio Stephanie Venier. Grande gara quella della svizzera, l'unica a impensierire sul serio la leader.

Video - Delusione Goggia: Lindsey Vonn la consola con un abbraccio

00:20

Ultimi squilli, ma il podio è scritto

Lara Gut e Tina Weirather confermano le loro difficoltà stagionali in discesa e disputano una prova opaca. E mentre le nuvole tornano a coprire il cielo sopra Are, influendo su una comunque poco incisiva Francesca Marsaglia, il podio si cristallizza. Risuona ancora l'inno sloveno, anche se gli onori e i festeggiamenti più grandi, probabilmente, vanno all'atleta sul terzo gradino del podio.

Video - Stuhec commossa, Vonn la travolge con un abbraccio

01:04
0
0