Eurosport

Paris: "Mi godo il riposo perché mi toccherà lavorare sodo, Brignone ha una grande chance"

Paris: "Mi godo il riposo perché mi toccherà lavorare sodo, Brignone ha una grande chance"

Il 15/02/2020 alle 10:01Aggiornato Il 15/02/2020 alle 10:02

Dal nostro partner OAsport.it

Dominik Paris in versione turista? Sembrerebbe proprio di sì. Lo sciatore azzurro, sfortunato protagonista della stagione di Coppa del Mondo di sci alpino nella quale si stava mettendo in luce con riscontri eccezionali e bloccato da un brutto infortunio in allenamento (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro poco prima di gareggiare a Kitzbuehel), si sta godendo lo spettacolo dei Mondiali 2020 di biathlon ad Anterselva.

Domme, in compagnia di un altro “infortunato eccellente” Manfred Moelgg, ci scherza anche un po’ su, colpevolizzando il compagno e amico di Nazionale di aver dato il via alla sequenza di infortuni in casa Italia, riferendosi anche a quanto è accaduto a Sofia Goggia e a Simon Maurberger. Al di là delle battute, l’azzurro cerca di pensare positivo e di ricaricare le pile in vista della prossima stagione, che avrà come evento clou quello dei Mondiali di Cortina.

Un andamento di Coppa del Mondo che sta sorridendo al norvegese Aleksander Aamodt Kilde e di questo Paris non è sorpreso (fonte: La Gazzetta dello Sport):

" Lo aveva detto a novembre: ha quattro specialità in cui fa punti, scende regolare. Gli altri devono reagire. Sarà una bella lotta, punto a punto "

Domme ha poi espresso un parere su quanto sta avvenendo al femminile, visto l’ottimo momento vissuto da Federica Brignone in lizza su più fronti e anche per la Sfera di Cristallo generale, tenuto conto dei problemi personali di Mikaela Shiffrin, attuale leader della classifica generale:

" Faccio il tifo per Federica, siamo entrambi carabinieri. Sta andando alla grande, poi bisogna capire come sta Shiffrin: quello che l’è capito, la morte del papà, può condizionarla. Starà passando un periodo molto brutto, ha la mia vicinanza. Ma lo sport non si ferma, giustamente. E quindi Brignone ha una grande occasione"

A chiosa, il 30enne nostrano non si preoccupa di non poter provare le piste di Cortina con un anno di anticipo, visto l’appuntamento di CdM di quest’anno: “Noi italiani abbiamo la possibilità di testarle quando le vogliamo, quindi non ci penso. Semmai voglio vedere come reagirà la gamba operata alle sollecitazioni. Mi toccherà lavorare sodo per recuperare, ecco perché mi godo questi giorni di relax“.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Federica Brignone non si ferma più! Seconda nella discesa di Garmisch, rivivi la sua gara

02:24