Getty Images

Sofia Goggia è meravigliosa: medaglia d'oro in discesa, battute Mowinckel e Lindsey Vonn

Sofia Goggia è meravigliosa: medaglia d'oro in discesa, battute Mowinckel e Lindsey Vonn

Il 21/02/2018 alle 03:35Aggiornato Il 21/02/2018 alle 09:45

Terzo oro per la spedizione azzurra, con la medaglia dal metallo più prezioso per Sofia Goggia che non sbaglia in discesa con l'ottimo tempo di 1:39.22. Al 2° posto la norvegese Ragnhild Mowinckel, a chiudere il podio la statunitense Vonn che non riesce a bissare il successo di Vancouver. La Goggia è anche il primo oro olimpico nella discesa libera femminile per l'Italia.

Sofia Goggia ce l’ha fatta. Dopo la delusione e l’amarezza per la caduta nel SuperG, dove era comunque una delle favorite, l’atleta bergamasca ha trionfato in discesa, portandosi a casa una preziosissima medaglia d’oro. Peccato per le cadute di Brignone e Fanchini, ma finalmente si può festeggiare un oro olimpico in discesa: non capitava dal 1952 con il trionfo di Zeno Colò.

Subito duello Goggia vs Vonn, la bergamasca è avanti

Le prime a partire sono Huetter, Suter, Gauthier e soprattutto Tina Weirather che punta a realizzare un ottimo tempo dopo il 3° posto nel SuperG. Subito dopo la liechtensteinese tocca alla nostra Sofia Goggia, con pettorale n° 5, che invece vuole solo la medaglia d’oro. La bergamasca non sembra dare tutto nella prima parte della discesa, ma vola dal terzo intermedio in poi, fermando il cronometro a 1:39.22, 63 centesimi meglio della Weirather. Parte anche Lindsey Vonn che vuole bissare il successo di Vancouver 2010, ma la statunitense è dietro di 47 centesimi e si infila al 2° posto virtuale.

Lara Gut cade, occhio alla Mowinckel

Una delle grandi avversarie è Lara Gut che, dopo aver perso il podio per un centesimo nel SuperG, punta al riscatto. La svizzera però, esce dal tracciato a inizio gara, compromettendo nuovamente la propria Olimpiade. Anche Michelle Gisin delude, ma a fare davvero paura è invece Ragnhild Mowinckel: la norvegese vola sin dalla prima porta, e mette subito in chiaro il suo intento. Nel finale, anche la classe ’92 si deve arrendere alla Goggia, sfiorando l’oro per 9 centesimi. Mowinckel conclude con il tempo di 1:39.31, comunque sufficiente per scalzare Lindsey Vonn dal 2° posto.

Sfortuna per le altre italiane: cadono Brignone e Fanchini, esce la Delago

Non solo la Goggia, l’Italia può puntare a qualcosa di importate anche con Federica Brignone e Nadia Fanchini ma le due sciatrici azzurre cadono a metà corsa senza completare la loro gara. Non riesce a portare a termine la discesa neanche Nicol Delago, al debutto, dopo aver battuto nel ballottaggio Johanna Schnarf. L’Italia può comunque gioire, questa è la 40a medaglia d'oro alle Olimpiadi invernali, ma soprattutto torniamo a vincere in discesa 66 anni dopo Zeno Colò, che trionfò a Oslo 1952. Sofia Goggia è la prima donna a vincere per l’Italia una discesa libera alle Olimpiadi, e come Nazione torniamo a vincere una medaglia d’oro nello sci alpino dopo Daniela Ceccarelli a Salt Lake City 2002.

" Sofia Goggia corona un sogno che aveva fin da bambina, l’ha detto lei. Sono due anni che è sempre lì, non è mai stata così precisa e oggi ha dimostrato di essere un’atleta formidabile. Per le altre italiane è un gran peccato, però era una gara da o tutto o niente. Il tutto è stato la medaglia di Sofia, il niente il risultato delle altre. Ho visto bene Nadia, che nei grandi eventi riesce sempre a dare qualcosa in più, era in gara, ma un piccolo errore l’ha fatta uscire. [Daniela Merighetti]"

La top 5 della discesa

Sciatrice Tempo
1. Sofia GOGGIA (ITA) 1:39.22
2. Ragnhild MOWINCKEL (NOR) +0.09
3. Lindsey VONN (USA) +0.47
4. Tina WEIRATHER (LIE) +0.63
5. Alice McKENNIS (USA) +1.02
Ultimi video