Getty Images

Coppa del Mondo al via: la squadra femminile è pronta a dire la sua, anche senza Sofia Goggia

Coppa del Mondo al via: la squadra femminile è pronta a dire la sua, anche senza Sofia Goggia

Il 23/10/2018 alle 12:04Aggiornato Il 23/10/2018 alle 12:09

Dal nostro partner OAsport.it

La notizia dell’infortunio di Sofia Goggia, che terrà lontana dalle piste la campionessa bergamasca fino al nuovo anno, non era propriamente quello che la squadra azzurra di sci alpino sognasse in vista dell’avvio della stagione di Coppa del Mondo 2019. Si partirà, infatti, a fine settimana, con il classico antipasto di Soelden, prima della consueta trasferta nordamericana che sancisce il via vero e proprio della stagione. Una stagione che, come detto, non parte con i favori del pronostico per la compagine femminile, ma anche senza la campionessa olimpica di discesa libera di PyeongChang la voglia di emergere c’è ed è notevole. Ci sono diverse atlete pronte a confermarsi ad alto livello, altre con la chiara intenzione di farsi largo nel panorama mondiale e alcune che iniziano a muovere i primi passi in Coppa del Mondo.

Fino al ritorno di Sofia Goggia, il faro della nostra squadra diventerà Federica Brignone. La sciatrice nata a La Salle è pronta per un 2019 da protagonista, nel quale cercherà di continuare ad allargare il campo delle sue discipline, dimostrando di essere in grado di primeggiare anche nelle prove più veloci. La classe 1990 dovrebbe aver recuperato dall’infortunio che ha rallentato la sua preparazione estiva e già a Soelden proverà a ribadirlo. Chi, inoltre, sta spostando il proprio punto di interesse su altre specialità è Marta Bassino. La sciatrice classe 1996, pur non dimenticandosi dello slalom gigante, inizierà a muovere i primi passi concreti anche per quanto riguarda il supergigante e lo slalom speciale per puntare alla combinata. Per l’atleta di Borgo San Dalmazzo il progetto è ambizioso ma realistico e, un passo alla volta, si cimenterà anche in discesa libera.

Le discipline veloci saranno il terreno di caccia preferito per le nostre rappresentanti, con le “senatrici” Elena e Nadia Fanchini, Elena Curtoni e Johanna Schnarf, dietro le quali proveranno a ritagliarsi il proprio spazio Nicol Delago, Francesca Marsaglia, Verena Gasslitter e Laura Pirovano. Il reparto è folto e valido, anche senza Sofia Goggia e i successi di tappa potrebbero non mancare. Nel settore tecnico le azzurre proveranno a mantenere alto il nome dell’Italia nello slalom gigante, con la stessa Marta Bassino ed Irene Curtoni, al fianco delle quali saranno al via della Coppa del Mondo numerose giovani. Sul fronte dello slalom speciale, invece, servirebbe una sterzata non di poco conto, dopo anni con rare gioie o guizzi. L’addio di Manuel Moelgg lascia la sola Chiara Costazza a prendere per mano una pattuglia che comprende le varie Vivien Insam, Roberta Midali, Martina Peterlini e Karoline Pichler.

La squadra femminile di sci alpino è pronta a rimboccarsi le maniche in vista della Coppa del Mondo che sta per partire. Le rivali, come ben noto, saranno temibili ed agguerrite, ma le nostre portacolori proveranno a dire la loro. Marta Bassino e Federica Brignone saranno le capofila di un movimento che vuole guardare al futuro, ma ponendo solide basi sin da oggi. In attesa del ritorno di Sofia Goggia e con l'obiettivo dei Mondiali di Åre, che si staglia all'orizzonte di febbraio.

alessandro.passanti@oasport.it

0
0