AFP

Peter Fill nella storia: vince la discesa di Kitzbühel sulla pericolosissima Streif!

Peter Fill nella storia: vince la discesa di Kitzbühel!

Il 23/01/2016 alle 14:40Aggiornato Il 24/01/2016 alle 11:22

L'azzurro è autore di una prova splendida e diventa così il terzo italiano a trionfare nella disciplina su questa pista che non perdona, dopo Kristian Ghedina e Dominik Paris. Caduti malamente Streitberger, Reichelt e Svindal, quest'ultimo senza conseguenze. Gara poi conclusa in anticipo per ragioni di sicurezza

Peter Fill vince la discesa di Kitzbühel ed entra nella storia come terzo italiano a vincere nella disciplina sulla Streif, dopo Kristian Ghedina e Dominik Paris. A breve, quindi, avrà anche lui la sua cabina dedicata nella cabinovia, tradizionale omaggio ai vincitori della localilità austriaca.

La gara parte in sofferenza: in ritardo e con la partenza abbassata per colpa di una nebbia già abbondantemente prevista, la prova si svolge con qualche interruzione per colpa di alcune cadute pesanti nei punti cruciali del tracciato. E così escono nello stesso punto Georg Streitberger, Hannes Reichelt e lo stesso Aksel Lund Svindal. I primi due vengono trasportati via in elicottero: il primo per sospette lesioni alle ginocchia (e pare che si sia rotto il crociato anteriore ed entrambi i legamenti collaterali del ginocchio destro) e il secondo per precauzione a causa di alcuni guai precedenti alla schiena dell'atleta. Il norvegese, invece, ancora una volta dimostra di avere un fisico possente e, nonostante la brutta botta, si rialza e se ne va sulle sue gambe. Purtroppo, in seguito dall'Austria arriva la notizia di un rischio di lesione a un ginocchio e conseguente trasporto all'ospedale di Innsbruck.

Dopo Fill, autore appunto di una prova strepitosa, nessuno riesce più ad avvicinarsi finché, dopo la discesa del nostro Werner Heel (pettorale 24), la gara viene ufficialmente conclusa per ragioni di sicurezza. Peccato quindi per Mattia Casse, che aveva il 45, il miglior tempo in prova e l'occasione della vita che purtroppo non ha potuto sfruttare.

Per Fill si tratta della seconda vittoria in Coppa del Mondo, dopo l'altra discesa di novembre 2008 a Lake Louise. Peter conferma così la sua buona annata e il suo gran feeling con il 23 gennaio: nel 2014 nacque suo figlio Leon. Un giorno che funziona decisamente da talismano.

Sul podio con Fill, ci sono il redivivo Beat Feuz (+0.27) finalmente recuperato dopo il lungo infortunio, e Carlo Janka (+0.65), altro talento sfortunato del circo bianco.

0
0