Getty Images

Slittino, sabato al via la finale del singolo maschile. Tutti contro Felix Loch

Slittino, sabato al via la finale del singolo maschile. Tutti contro Felix Loch

Il 09/02/2018 alle 07:00Aggiornato Il 09/02/2018 alle 10:04

Dal nostro partner OAsport.it

Sabato 10 febbraio: comincia il sogno olimpico per quanto riguarda lo slittino singolo maschile. Sul ghiaccio di PyeongChang vanno in scena, nella prima vera giornata a Cinque Cerchi, le prime due discese: metà gara sull’Alpensia Sliding Centre (le medaglie si assegneranno infatti il giorno successivo, con le due restanti e decisive manche).

Tantissime indicazioni sono giunte dalle molte giornate di prove che si sono svolte sul catino sudcoreano. Il grande favorito, come volevasi dimostrare, è Felix Loch: il teutonico, bicampione olimpico in carica, è uscito alla grande dalla Coppa del Mondo (che si è aggiudicato) ed è pronto a riscrivere la storia con il terzo oro di fila. Le slitte teutoniche sembrano essere preparate al meglio dal fenomenale George Hackl, che ha messo a disposizione della propria stella dei materiali eccezionale. Da capire però se le condizioni, in vista delle gare di domani, cambieranno: fino ad ora, tranne il primo giorno, si è gareggiato sempre in sessione pomeridiana o mattutina, mentre le discese ufficiali saranno in serata, con le temperature che potrebbero scendere ancora.

A sfidare il fenomeno teutonico ci saranno tantissimi avversari agguerriti. A partire dal campione del mondo in carica Wolfgang Kindl: l’austriaco, nativo di Innsbruck, si è fatto vedere alla grande nelle discese di prova e ha timbrato tempi che possono provare ad impensierire il rivale di questa stagione in chiave successo nella sfera di cristallo. Poi, ovviamente, spazio all’atleta della Russia Roman Repilov, che la Coppa del Mondo se l’è portata a casa nella scorsa annata. Tra le possibili sorprese c’è anche Johannes Ludwig, che ha dimostrato un ottimo feeling con la pista asiatica: su di lui però c’è l’incognita delle quattro run, con poca costanza dimostrata durante la carriera.

A provarci, in chiave medaglie, ci sarà anche l’Italia: gli azzurri devono continuare una tradizione lunghissima, con il direttore tecnico Armin Zoeggeler che ha portato il tricolore sul podio nelle ultime sei edizioni a Cinque Cerchi. L’uomo più atteso è ovviamente Dominik Fischnaller: per il nativo di Bressanone non grandissimi tempi nelle prove (la speranza è che si sia nascosto al meglio). Chi invece ha dimostrato di trovarsi al meglio sul ghiaccio di PyeongChang è il cugino di Dominik, Kevin Fischnaller, che è sempre stato davanti timbrando ottimi crono: può regalarsi un sogno inaspettato. Punterà alla top-10 Emanuel Rieder.

gianluca.bruno@oasport.it

0
0