Eurosport

Esito dubbio nella semifinale del gigante parallelo: Kosir è davanti ma passa Lee

Esito dubbio nella semifinale del gigante parallelo: Kosir è davanti ma passa Lee

Il 25/02/2018 alle 00:41Aggiornato Il 25/02/2018 alle 01:32

Le immagini sollevano grossi dubbi su una delle due semifinali del gigante parallelo di snowboard che si è disputato nella notte scorsa: a giocarsi l'oro ci va il coreano Lee ma il fotofinish dimostra abbastanza inequivocabilmente che a transitare per primo sul traguardo è Kosir.

Un’impresa eccezionale: il coreano Sangho Lee, nella giornata dei trionfi di Nevin Galmarini ed Ester Ledecka, è riuscito a conquistare la medaglia d’argento alle Olimpiadi di casa, in quel di PyeongChang, nel PGS di snowboard alpino. L’asiatico era atteso da una grande prestazione, ma in pochi potevano aspettarsi il suo approdo nella Big Final, dov’è stato sconfitto dallo svizzero Galmarini. Dopo la terza piazza nelle qualifiche, il beniamino di casa è riuscito nel miracolo di battere in semifinale lo sloveno Zan Kosir, pur partendo nettamente sfavorito, anche a causa della scelta della pista (doveva correre sulla blu, che statisticamente è apparsa nettamente più sfavorevole rispetto alla rossa). Un’impresa al fotofinish: un solo centesimo a distanziare i due.

Qualche dubbio però è nato nel post gara su Twitter: andando a guardare la foto all’arrivo, posta parallela alla linea del traguardo, Lee sembrava essere dietro rispetto alla tavola di Kosir. I fotogrammi sembrano infatti inequivocabili e a tagliare per primo il traguardo è proprio Kosir con la tavola, da valutare invece il posizionamento del corpo: in giornata però nulla è stato modificato anche perché il verdetto era già scritto e le medaglie già assegnate.

0
0