Sollevamento pesi, Diana Mstieva e Rinat Kireev sospesi per doping

Sollevamento pesi, Diana Mstieva e Rinat Kireev sospesi per doping

Il 15/08/2019 alle 15:09

Dal nostro partner OAsport.it

Un vero e proprio scandalo doping sta travolgendo il sollevamento pesi in Russia. Infatti dopo che negli scorsi giorni la federazione internazionale (IWF) aveva annunciato la sospensione di cinque atleti, Ruslan Albegov, David Bedzhanyan, Oleg Chen, Igor Klimonov e Tima Turiyeva, oggi l’Agenzia Anti-Doping Russa (RUSADA) ha comunicato di aver sospeso autonomamente altri due atleti: Diana Mstieva e Rinat Kireev, che non potranno gareggiare rispettivamente per otto e quattro anni, dopo essere stati trovati positivi ad un test antidoping effetto fuori competizione.

Stiamo parando di due atleti di grande livello, che sono stati entrambi capaci di conquistare l’oro agli Europei in carriera. Mstieva ha 24 anni ed è stata campionessa europea nei 90 kg nel 2017, mentre quest’anno ha preso l’argento negli 87 kg. Un’atleta che si trovava in 13ma posizione nel ranking olimpico e poteva quindi ambire a Tokyo 2020. Per lei non è però il primo caso di doping, visto che era già stata sospesa per due anni nel 2014 e ora rischia di dover dire definitivamente addio alla carriera, visto che potrà tornare in gara solo nel 2027. Kireev invece ha conquistato il titolo continentale nei 94 kg nel 2013, ma poi non ha più gareggiato a livello internazionale dal 2014 in avanti. Nel complesso oltre 30 atleti russi sono stati trovati positivi dalle Olimpiadi di Pechino 2008 ad ora e per questo la Russia potrà schierare solo due atleti nel sollevamento pesi a Tokyo 2020.

alessandro.farina@oasport.it

0
0