Getty Images

Malagò propone Milano-Torino-Cortina congiunte per il 2026, il CIO dà l'ok, ma Appendino tentenna

Malagò propone Milano-Torino-Cortina congiunte per il 2026, il CIO dà l'ok, ma Appendino tentenna
Di Eurosport

Il 31/07/2018 alle 22:47

Dal nostro partner OAsport.it

L’Italia potrà concorrere per l’organizzazione delle Olimpiadi Invernali 2026 anche con tre città. La candidatura multipla e senza città capofila è stata avallata direttamente dal CIO. Giovanni Malagò, Presidente del Coni, ha ufficializzato la proposta della commissione tecnica in vista della scelta del consiglio nazionale di domani. Il numero 1 dello sport italiano ha precisato che ha avuto la disponibilità di Milano e di Cortina d’Ampezzo.

Tentenna invece il sindaco di Torino, Chiara Appendino. Ecco le sue parole riportate dall'ANSA:

" Una candidatura unica sarebbe migliore, ma Torino è a disposizione se lo decide il Governo."

Si va dunque a una candidatura congiunta con le tre città che si divideranno le gare nel caso in cui il prossimo anno l’Italia dovesse ottenere l’organizzazione dei Giochi. La commissione ha già predisposto un piano della candidatura gara per gara. Saranno coinvolte anche la zona del Sestiere e la Valtellina, mentre non ci saranno sconfinamenti (scartata quindi l’ipotesi dell’utilizzo della pista di Sankt Moritz).

Intanto arriva prontamente il riscontro del Governo, per bocca di giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo sport:

" Il Governo incontrerà le città candidate e soprattutto verificherà la compatibilità delle linee guida con quelle poste dal Consiglio dei ministri. Prendiamo atto della proposta del Coni. Non abbiamo ancora visto il dossier e su questo ci riserviamo di intervenire."

Video - Alla scoperta di Alpensia, teatro di molte gare a Pyeongchang 2018

01:08
0
0