Getty Images

Ancora troppo Wawrinka per Sinner: si ferma in semifinale la corsa del talento azzurro

Ancora troppo Wawrinka per Sinner: si ferma in semifinale la corsa del talento azzurro

Il 19/10/2019 alle 15:16Aggiornato Il 19/10/2019 alle 16:09

L'altoatesino parte forte, ma il break iniziale subìto fa suonare l'allarme di Wawrinka che alza il livello e cambia ritmo: 6-3, 6-2 il punteggio. Sinner si ferma così in semifinale al termine di una grande settimana: da lunedì sarà poco fuori dalla Top 100 (101 virtuale al momento). Wawrinka attende il vincente di Murray-Humbert.

E’ ancora Stan Wawrinka il muro di fronte a cui si ferma Jannik Sinner nella seconda partita più importante della carriera. Così era stato un paio di mesi fa all’Open degli Stati Uniti, alla prima si sempre per Sinner in uno slam; così è stato anche oggi ad Anversa, alla prima semifinale ATP per il 18enne italiano.

Video - US Open: Wawrinka-Sinner 6-3 7-6 4-6 6-3, gli highlights

02:46

Un Sinner che era partito fortissimo, con un break a freddo in grado di spaventare lo svizzero; ma che proprio l’ ha dovuto subire la legge del più forte. Almeno per ora. Lo “sgarbo” ha infatti fatto immediatamente suonare l’allarme in casa svizzera, scatenando la reazione di un Wawrinka dal 2-0 Sinner in poi praticamente impeccabile al servizio.

Jannik invece, proprio dalla reazione di Wawrinka in poi, ha avuto l’assolutamente naturale demerito di perdere un po’ delle sue certezze, specie dal lato del rovescio. Questo, unito a percentuali nel primo set decisamente troppo basse con le prime di servizio, hanno permesso a Wawrinka di infilare 5 game consecutivi, ribaltando le sorti della partita.

Un match che è poi girato definitivamente nel primo game del secondo set, quando dopo aver annullato 3 palle break consecutive dallo 0-40, Sinner ha comunque perso il servizio, lasciando a Stan un set a quel punto già indirizzato.

Si ferma così la corsa di Sinner dentro questo torneo di Anversa; un cammino iniziato con una wild-card arrivata all’ultimo minuto (sarebbe dovuto andare a Stoccolma a giocare le qualificazioni) e culminato con la prima semifinale ATP della carriera, la più precoce di un tennista che così giovane e così avanti in un torneo professionistico di questo livello non si vedeva da Borna Coric a Basilea nel 2014.

Sinner si affaccia così alla Top 100. La vittoria di Uchiyama lo estromette al momento di una sola posizione – è virtuale numero 101 – ma già dalla settimana prossima potrà provare a sfondare questo nuovo traguardo. La wild-card per l’ATP 500 di Vienna, dove affronterà un qualificato al primo turno, gli regala una nuova chance.

Nel mentre Wawrinka vola invece alla trentesima finale della carriera. Sfiderà il vincente di Murray-Humbert.

Video - Jannik Sinner, la scalata da record del 2001 che fa sognare il tennis italiano

01:10
0
0