ATP 250 Auckland: Cameron Norrie e Tennys Sandgren in finale del torneo neozelandese

ATP 250 Auckland: Cameron Norrie e Tennys Sandgren in finale del torneo neozelandese

Il 11/01/2019 alle 10:50Aggiornato Il 11/01/2019 alle 10:51

Dal nostro partner OAsport.it

Il pubblico di Auckland avrebbe potuto assistere a un derby tedesco in finale, e invece se ne ritrovano uno di lingua inglese: saranno infatti il britannico Cameron Norrie e l’americano Tennys Sandgren a giocarsi l’ultimo atto dell’ATP 250 neozelandese. Norrie, che ha usufruito di una wild card, ha superato Jan-Lennard Struff per 7-5 4-6 6-3, mentre Sandgren ha battuto Philipp Kohlschreiber 6-4 6-2.

Primi a scendere in campo sono stati Sandgren e Kohlschreiber. L’americano ha iniziato con uno 0-40 sul proprio servizio, riuscendo però ad annullare tutte le tre palle break a disposizione del tedesco. Nel quarto gioco, invece, è stato quest’ultimo a dover fronteggiare una situazione di 30-40, recuperata agilmente. L’incontro è proseguito senza intoppi fino al 5-4 per Sandgren, momento in cui Kohlschreiber si è trovato sul 40-15, ma è stato rimontato dalla costante spinta del ventisettenne del Tennessee; un dritto in corridoio del tedesco ha consegnato il set per 6-4 al suo avversario, che nel secondo parziale s’è involato subito sul 3-1 e poi ha chiuso col punteggio di 6-4 6-2 strappando un’altra volta la battuta a Kohlschreiber.

Più combattuta la semifinale tra Norrie e Struff: il britannico, che è un po’ di casa ad Auckland avendo vissuto in Nuova Zelanda per diversi anni, ha vinto un primo set in cui sono stati solo tre i giochi con palle break a disposizione: il settimo, l’ottavo e il dodicesimo, rivelatosi decisivo per segnare un 7-5 sul tabellone. Struff ha reagito immediatamente, togliendo il servizio a Norrie in apertura di secondo parziale; il residente a Londra s’è ripreso il maltolto nel quarto game, per poi subire un altro break sul 3 pari. Sul 5-3 Struff ha avuto cinque set point sul servizio avversario, tutti non sfruttati; l’approdo al terzo set è stato rinviato soltanto di pochi secondi con il definitivo 6-4. Norrie, però, ha chiuso in modo inappuntabile la contesa togliendo la battuta al tedesco nell’ultimo parziale, portando poi a casa con agio la partita col punteggio di 7-5 4-6 6-3.

federico.rossini@oasport.it

0
0