Getty Images

Fabio Fognini liquida Rublev in due set e accede ai quarti di finale con Khachanov

Fabio Fognini liquida Rublev in due set e accede ai quarti di finale con Khachanov

Il 02/10/2019 alle 12:37Aggiornato Il 02/10/2019 alle 16:38

Dal nostro partner OAsport.it

Fabio Fognini prosegue il proprio percorso nell’ATP di tennis a Pechino (Cina). Il ligure (n.12 del mondo) supera in due set Andrey Rublev (n.35 del ranking) con il punteggio di 6-3 6-4 in 1 ora e 17 minuti di partita. Un match ben giocato dall’azzurro, al di là di qualche passaggio a vuoto nel secondo parziale che comunque non ha cambiato la storia del confronto. Troppo falloso il russo, incapace di variare il tema tattico del match e costretto a subire la maggior varietà di colpi di Fabio. L’italiano, dunque, accede ai quarti di finale dove affronterà la testa di serie n.4 del torneo Karen Khachanov (n.9 ATP), uscito vittorioso dal match contro il francese Jeremy Chardy (n.72 del mondo) con lo score di 7-6 (0) 7-6 (5). Una sfida inedita tra i due e aperta a ogni risultato.

Nel primo set entrambi manifestano alcune incertezze nei turni al servizio ma Fognini, forte di un repertorio di colpi superiore, trova la chiave di volta per mettere in difficoltà Rublev, costringendolo il più delle volte all’errore. Arriva, infatti, il break del sesto game che Fabio conferma nel gioco successivo, annullando una palla del controbreak. Realizzando la bellezza di 4 ace, con l’81% dei punti ottenuti con la prima di servizio, l’azzurro si aggiudica la frazione sul 6-3.

Nel secondo set l’avvio del ligure è confortante e il break in apertura si tramuta in realtà. Purtroppo però per il n.1 del Bel Paese, il servizio non ha lo stesso rendimento del primo parziale e, dopo aver annullato tre palle break, c’è il controbreak del russo. Prende il via però una fase particolare in cui nessuno dei due tennisti ha efficacia nel fondamentale della battuta. Gli scambi di break e di controbreak si susseguono dal sesto al nono game, con Fognini sempre avanti nello punteggio. Nel decimo gioco c’è la chiosa del nostro portacolori al servizio, salvando altre tre chance “break” e completando l’opera sul 6-4 (quinta vittoria in sei incontri disputati contro il russo).

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Doccia di champagne per i vincitori della Laver Cup: a dare via alle danze è Fabio Fognini

01:09
0
0