Getty Images

Fine della maledizione: due anni dopo Rublev torna a vincere una finale

Fine della maledizione: due anni dopo Rublev torna a vincere una finale

Il 20/10/2019 alle 17:45Aggiornato Il 20/10/2019 alle 18:11

Il padrone di casa domina la finale dell'ATP 250 di Mosca: Rublev si impone su Mannarino per 6-4, 6-0 e due anni dopo la prima volta - e 4 finali perse - torna a vincere un titolo ATP.

Nella giornata in cui Denis Shapovalov ha vinto il suo primo titolo, un’altra grande promessa del tennis indicata qualche anno fa torna a festeggiare: è Andrey Rublev.

Il russo, padrone di casa all’ATP 250 di Mosca, si è imposto con un netto 6-4, 6-0 sul francese Adrian Mannarino, centrando il secondo titolo della carriera.

Fortemente emozionato, Rublev dopo aver regolato un primo set tirato ha dominato nel secondo parziale, con un 6-0 che a 2 anni di distanza dall’ultima volta gli ha regalato il secondo titolo ATP della carriera dopo quello vinto a Umago nel 2017 in finale su Paolo Lorenzi.

Rublev ha così messo fino a una specie di piccola maledizione che in questo arco temporale l’aveva afflitto: il russo aveva infatti perso 4 finali: quella Next Gen del 2017, Doha, il Challenger di Indian Wells e Amburgo quest’anno.

Il russo guadagna così 9 posizioni in classifica ATP, scalando fino al numero 22 del mondo e migliorando così il suo best ranking, ovvero l’attuale n°31 con cui si era iscritto a questo torneo e in cui era stato anche nel febbraio del 2018.

0
0