Getty Images

Seppi piega Edmund in tre set e vola al secondo turno

Seppi piega Edmund in tre set e vola al secondo turno

Il 17/04/2018 alle 18:13Aggiornato Il 17/04/2018 alle 22:22

Dal nostro partner OAsport.it

Un grande Andreas Seppi supera il primo turno del Masters 1000 di Montecarlo. L’azzurro ha sconfitto il britannico, n.23 del mondo, Kyle Edmund, con il punteggio di 6-3 5-7 6-2 in 2 ore e 7 minuti di partita, conquistando l’accesso al prossimo round dove incontrerà il lucky loser spagnolo Guillermo Garcia Lopez che ha preso il posto del n.12 del mondo, l’iberico Pablo Carreno Busta ritiratosi dal torneo monegasco. Una partita in cui Andreas è stato abile a reagire ad un negativo secondo set, tornando a giocare un gran tennis, mettendo in difficoltà l’avversario ed ottenendo la prima vittoria contro Edmund, vittorioso nei due precedenti.

Nel primo set entrambi iniziano con tanti errori, concedendo due chance break non sfruttate a dovere. Seppi però si fa preferire da fondo, mettendo in difficoltà il n.23 del mondo con colpi estremamente angolati. Fa fatica negli spostamenti laterali Edmund e l’azzurro fa la differenza con il suo gioco da fondo. Arrivano, infatti, due break che fanno volare il bolzanino 5-1. Un piccolo passaggio a vuoto, nel settimo game, costa il turno in battuta al nostro portacolori ma la storia della prima frazione non cambia e sorride all’italiano (6-3).

Nel secondo set il 23enne nativo di Johannesburg (Sudafrica) alza il livello del proprio tennis, diventando quasi ingiocabile al servizio. Pochissimi i punti conquistati da Andreas in risposta e, di contro, sono quattro le palle break che l’azzurro è costretto ad annullare. Il dritto del giovane britannico fa male e nel dodicesimo game si materializza il break in favore del giocatore di “Sua Maestà“.

Nel terzo set, inaspettatamente, l’altoatesino riprende il filo del discorso interrotto, sciorinando giocate di grande qualità. Dopo aver mancato quattro palle break nel game d’apertura, Seppi concretizza la propria superiorità nel terzo e settimo gioco, con colpi d’alta scuola che lasciano l’avversario interdetto. Avanti 5-2, Andreas chiude l’incontro con sicurezza.

***

Ha rischiato molto ma si è salvato Dominic Thiem, impegnato contro il russo Andrey Rublev. È stato un match duro e lottato punto su punto, con tutti e tre i set risolti in volata. L'austriaco è stato a un passo dal baratro nel terzo, sotto 5-4 e servizio per il suo avversario, il quale è arrivato pure a match point prima di perdere dieci dei successivi tredici punti e concedere il match. ";Ho un tabellone pessimo", ha detto Thiem, che al secondo turno potrebbe infatti trovare Novak Djokovic (impegnato contro Borna Coric).

Ha rischiato meno Alexander Zverev, ma anche lui ha avuto bisogno del terzo set per liberarsi del lussemburghese Gilles Muller. Sascha ci ha messo un po' a entrare in partita, cedendo il primo set per 6-2 prima di ritrovare il suo tennis e quindi il comando della partita. Eppure dopo il 6-1 del secondo parziale Muller è riuscito a rimanere nel match, portando il terzo set al tie-break, dove la maggiore qualità del suo avversario ha fatto la differenza. Chi, invece, non è riuscito a salvarsi è stato Lucas Pouille, eliminato dall'altro Zverev, Mischa, vincitore del confronto al terzo set in rimonta. Non senza la complicità del transalpino, che era avanti 4-2 nel parziale decisivo prima di spegnersi e subire la rimonta del suo avversario, che ha prevalso al tie-break.

Anche Grigor Dimitrov ha avuto bisogno del terzo set. Il francese Pierre-Hugues Herbert è infatti partito alla grande al servizio, perdendo solo quattro punti nel primo parziale, ma nel momento in cui è calato con questo fondamentale ha subito il prepotente ritorno del bulgaro. Dimitrov è salito di livello e si è preso facilmente secondo e terzo set, facendo valere il maggior peso e la maggior qualità dei suoi colpi. Due set ma oltre due ore di gioco sono invece servite a David Goffin, che alla fine ha avuto la meglio di un combattivo Stefanos Tsitsipas. Il greco ha lottato, rimontato in entrambi i set, ma ha pagato un deficit di esperienza rispetto al suo rivale nella fase decisiva dei due parziali.

Tutti i risultati

Primo turno

[WC] G. Simon b. [16] A. Mannarino 6-3 4-6 6-2

P. Kohlschreiber b. T. Sandgren 6-2 6-2

F. Lopez b. B. Paire 5-7 7-6(5) 6-4

R. Gasquet b. [Q] J. Chardy 6-4 7-6(5)

[10] D. Schwartzman b. G. Pella 0-6 6-2 6-3

[13] F. Fognini b. [Q] I. Ivashka 6-4 7-5

J.L. Struff b. Y. Sugita 6-3 6-2

[Q] A. Seppi b. K. Edmund 6-3 5-7 6-2

[Q] M. Cecchinato b. D. Dzumhur 6-3 6-2

F. Verdasco b. P. Cuevas 5-7 7-6(4) 6-1

Secondo turno

[5] D. Thiem b. A. Rublev 5-7 7-5 7-5

[4] G. Dimitrov b. [Q] P.H. Herbert 3-6 6-2 6-4

[6] D. Goffin b. [Q] S. Tsitsipas 7-6(4) 7-5

M. Zverev b. [7] L. Pouille 2-6 6-1 7-6(3)

[3] A. Zverev b. G. Muller 4-6 6-3 6-2

giandomenico.tiseo@oasport.it

0
0