Getty Images

Fognini: "Dedico il torneo alla mamma e grazie all'equipe medica che mi ha aiutato dall'inizio"

Fognini: "Dedico il torneo alla mamma e grazie all'equipe medica che mi ha aiutato dall'inizio"
Di Eurosport

Il 21/04/2019 alle 16:57Aggiornato Il 21/04/2019 alle 17:00

L'azzurro è raggiante ed emozionato durante la cerimonia di premiazione del torneo sul rosso più importante dopo il Roland Garros.

E' un Fabio Fognini raggiante, emozionato e quasi intimidito quelllo che sale sul palchetto durante la premiazione del Masters 100 di Monte-Carlo. L'azzurro, dopo la premiazione con il Principe Alberto di Monaco e l'inno di Mameli con tanto di bandiera issata è contento e spiazzato prima del discorso, tanto che esordisce subito dicendo: "In italiano, no?". E dopo il boato del pubblico, inizia con i suoi ringraziamenti.

" Grazie perché anche grazie a voi sono qua oggi. Che dire, ringrazio tutti per questo evento straordinario. sono nato qua vicino e per me vincere qui è davvero fantastico, non riesco ancora a crederci"

Ovviamente ci sono anche belle parole per Lajovic, avversario che è stato protagonista di un torneo quasi perfetto, che ora è allenato da José Perlas, ex allenatore del ligure, e con cui al termine dell'incontro c'è stato un lungo e amichevole abbraccio:

" A Dusan voglio dire bravo, è una prima finale ed è sempre dura, ma hai un grande team e il tuo allenatore mi conosce bene, per te è stata una settimana incredibile, continua a lavorare così e molto presto sarà il tuo momento"

Si passa poi ai riferimenti più personali e anche a quelli istituzionali:

" Voglio dire grazie anche al mio team, quest’anno abbiamo iniziato abbastanza male, ma un torneino poi l’abbiamo vinto; grazie alla famiglia, agli amici, a Flavia che mi supporta e mi sopporta, ad Arma di Taggia... Sono molto contento, ringrazio anche il direttore del torneo e gli sponsor che fanno sì che questo sia uno dei tornei più belli del mondo, all’equipe di fisioterapisti e dottori che mi hanno aiutato dall’inizio alla fine. Non so più che dire. "

C'è poi l'ultimo momento di tenerezza:

E’ un torneo con una dedica speciale: domani la mia mamma compirà gli anni, oltre a tanti auguri di buona Pasqua a tutti la dedica va alla mamma. Ci vediamo l’anno prossimo!

0
0