Getty Images

Matteo Berrettini lotta ma deve arrendersi al primo turno a Grigor Dimitrov

Matteo Berrettini lotta ma deve arrendersi al primo turno a Grigor Dimitrov

Il 14/04/2019 alle 18:37Aggiornato Il 15/04/2019 alle 00:59

Dal nostro partner OAsport.it

Lotta ma deve arrendersi Matteo Berrettini nel primo turno del Masters 100 di Montecarlo. Sulla terra rossa del Principato, l’azzurro cede al bulgaro Grigor Dimitrov (n.29 del ranking), ex top-10, con il punteggio di 7-5 6-4 in 1 ora e 54 minuti di partita. Il classe ’96 nostrano ha espresso un buon tennis ma poi ha dovuto cedere alla maggior completezza del rivale che così ha conquistato l’accesso al secondo turno dove incontrerà il vincente della sfida tra il tedesco Jan-Lennard Struff (n.46 del mondo) e il canadese Denis Shapovalov (n.20 ATP).

Nel primo set Berrettini parte forte: break in apertura ed avanti 2-0, senza concedere alcun quindici all’avversario nel proprio turno in battuta. Matteo ha sulla racchetta anche la palla del possibile doppio break che però Dimitrov è abile ad annullare. Sfortunatamente, il n.29 del mondo sfrutta a sua volta le opportunità sul servizio dell’azzurro ed arriva puntuale il controbreak. Il confronto si sviluppa sul filo dell’equilibrio e le occasioni “break” non mancano da una parte e dall’altra. Alla fine della fiera è Dimitrov a spuntarla, concretizzando la quarta palla break del dodicesimo gioco e archiviando la frazione sul 7-5.

Nel secondo set Matteo tenta la reazione immediata, conquistando il break in apertura, ma purtroppo per lui il fondamentale del servizio quest’oggi non lo assiste come al solito e Grigor pareggia immediatamente il conto. Fatica il nostro portacolori con la battuta e le quattro palle break salvate nel quarto game lo testimoniano. Alla lunga la grande pressione esercitata dal bulgaro viene premiata e sul 6-4 Dimitrov conclude la contesa.

0
0