Imago

Bravo Dell'Acqua, meglio tardi che mai

Bravo Dell'Acqua, meglio tardi che mai
Di Eurosport

Il 16/06/2008 alle 15:30Aggiornato

Massimo Dell'Acqua a 29 anni vince la sua prima partita nel tabellone principale di un torneo ATP battendo a 's-Hertogenbosch il ligure Fabio Fognini per 7-6(4) 6-2

Una carriera vissuta lontano dal palcoscenico del grande tennis, trascorsa nell'anonimato a dannarsi l'anima per racimolare qualche punto nel circuito minore dei futures e dei challenger. Una classifica mai decollata, nonostante le indubbie qualità fisiche e tecniche, e il sogno dei primi100 accarezzato per una stagione e poi mai più avvicinato. E' vero però che non è mai troppo tardi per togliersi qualche soddisfazione, così a 29 anni Massimo Dell'Acqua supera un turno nel main draw di un Atp. Lo ha fatto sull'erba dell'Ordina Open al quinto tentativo, dopo che i quattro precedenti - Copenhagen nel 2003, Dubai, Barcellona e Roma nel 2004 – non erano andati a buon fine.

Non è un caso che il tennista comasco, allenato da Umberto Rianna, sia riuscito a sfatare la maledizione sull'erba che è la superficie che meglio sa risaltare le sue caratteristiche (ottimo servizio, diritto potente e buon gioco al volo), Sempre sull'erba, a Bristol nel 2003, Dell'Acqua ha conquistato l'unica vittoria in un challenger – battendo Mahut in semifinale e David Prinosil in finale – e questo risultato (unitamente alla finale di Recanati) lo ha portato a raggiungere la 148esima posizione nel ranking ATP, che ancora adesso rimane la sua migliore classifica.

Dell'Acqua lo scorso anno è scivolato oltre l'800esima posizione ma sul finire di stagione ha saputo risalire in po' la china e ora nell'ATP ranking il suo nome compare al numero 472. Dopo aver superato le qualificazioni, a 's-Hertogenbosch al 1° turno ha pescato nel derby Fabio Fognini. Il 21enne di Arma di Taggia, da poco rientrato nel circuito dopo l'infortunio al polso, è stato battuto 7-6(4) 6-2. Per Dell'Acqua ci sarà adesso lo spagnolo David Ferrer, prima testa di serie del tabellone. Il pronostico vede nettamente sfavorito l'italiano ma il comasco non ha nulla da perdere e comunque, come si dice in questi casi, il suo torneo lo ha già vinto.

0
0