Getty Images

Matteo Berrettini lotta ma cede a Hyeon Chung agli ottavi

Matteo Berrettini lotta ma cede a Hyeon Chung agli ottavi

Il 23/08/2018 alle 07:25Aggiornato Il 23/08/2018 alle 07:27

Dal nostro partner OAsport.it

Matteo Berrettini (n.60 del mondo) lotta strenuamente ma deve cedere in tre set al sudcoreano Hyeon Chung (n.23 del mondo) negli ottavi di finale dell’ATP di Winston-Salem (Stati Uniti). L’azzurro è stato sconfitto con il punteggio di 6-3 3-6 6-3 in 1 ora e 50 minuti di partita. Un match in cui Matteo è stato capace di reagire a un primo parziale molto complesso ma poi, nella terza frazione, ha dovuto alzare bandiera bianca al cospetto di un Chung solido.

Nel primo set l’inizio è tutto di marca sudcoreana: il semifinalista degli Australian Open 2018 mette in difficoltà l’azzurro nello scambio prolungato, specie sul lato del rovescio. Nel secondo game arriva il break in favore dell’asiatico. Il 22enne romano prova una reazione nel gioco successivo, costruendosi due break point ma Chung è abile a salvarsi. Nello stesso tempo il nostro portacolori annulla due opportunità del doppio break nel quarto game, ricorrendo a ottime prime in battuta. Il 22enne nativo di Suwon mantiene il vantaggio con un tennis molto consistente, forte dell’81% dei punti vinti con la prima di servizio. E così, sullo score di 6-3, il n.23 del ranking fa sua la frazione.

Nel secondo set Matteo alza il livello del proprio gioco, aggredendo maggiormente lo scambio, facendo leva sulla potenza del proprio dritto. Un cambio di rotta deciso che si riflette nel sesto game quando, finalmente, l’azzurro strappa il servizio al suo avversario, portandosi sul 5-2. Gioca bene l’italiano e con ottime percentuali in battuta (79% dei punti vinti con la prima e l’83% con la seconda) pareggia il computo dei parziali sul punteggio di 6-3.

Nel terzo e decisivo set la partita si sviluppa sul filo dell’equilibrio ma è Chung a dimostrarsi più lucido. Il sudcoreano, dopo non aver concretizzato il break point del secondo game, si costruisce un’altra occasione nell’ottavo gioco. Stavolta Berrettini deve cedere, dicendo addio ai sogni di gloria. Sul 6-3 l’asiatico chiude la pratica.

giandomenico.tiseo@oasport.it

0
0