Getty Images

Troppo poco Federer, Coric domina: niente finale con Djokovic per lo svizzero

Troppo poco Federer, Coric domina: niente finale con Djokovic per lo svizzero

Il 13/10/2018 alle 15:27Aggiornato Il 13/10/2018 alle 17:37

Il vincitore di 20 Slam viene eliminato in semifinale dal croato con un doppio 6-4: sfuma così il 47esimo incrocio con il serbo che lo ha superato alla posizione numero 2 del ranking ATP.

A 37 anni un tennista vive alla giornata e la legge vale per tutti, perfino per un fuoriclasse del calibro di Roger Federer. Il match con Borna Coric è un’esibizione del gemello triste di Roger, una prova ben lontana dai livelli dello scorso anno, quando a Shanghai vinse il titolo battendo in finale il rivale di sempre, Rafa Nadal.

Questa volta non sarà finale e sfuma così l’incrocio numero 47 con Nole Djokovic che ha demolito Zverev e vede già l’ennesimo trionfo di questa seconda parte straordinaria di 2018. Il croato ovviamente non sarà d’accordo, ma contro lo svizzero è bastato poco per prevalere: un match solido e molto centrato, una consistente percentuale di prime di servizio e due break, sistematicamente piazzati all’inizio dei due set. Coric ha comunque brillato e dominato perdendo solo 9 punti in 10 turni di battuta e guadagnandosi con merito la prima finale in carriera in un Masters 1000.

Borna Coric

Borna CoricPA Sport

Il 6-4, 6-4 finale in un’ora e 12 minuti premia Borna Coric che sull’erba di Halle aveva già privato re Roger del titolo numero 99 e Federer esce di scena, dopo una settimana di altalena con Medvedev, Bautista Agut e Nishikori, non riuscendo nemmeno a guadagnarsi una palla-break nella sfida odierna (cosa accaduta 16 volte in 1428 match in carriera). Djokovic era già sicuro di essere numero 2 del mondo dopo la semifinale e, dopo aver scavalcato nel ranking il campione di Basilea, mette nel mirino il Masters 1000 numero 32 (Nadal primeggia con 33).

Video - Serate di gala e spettacolo: alla Laver Cup, Federer è campione anche di eleganza

03:00
0
0