Getty Images

Storico Berrettini! Prima semifinale di un Masters 1000, battuto Thiem a Shanghai

Storico Berrettini! Prima semifinale di un Masters 1000, battuto Thiem a Shanghai

Il 11/10/2019 alle 17:19Aggiornato Il 11/10/2019 alle 17:21

Matteo Berrettini ha la meglio in due set (7-6, 6-4) dell'austriaco Thiem e si qualifica per la prima volta in carriera a una semifinale di Masters 1000. ATP Finals sempre più vicine per l'azzurro che è numero 8 nella Race.

Nell’ultimo quarto di finale del Masters 1000 di Shanghai un entusiasmante Matteo Berrettini ha battuto in due set l’austriaco Dominic Thiem sul cemento della megalopoli cinese col punteggio di 7-6 6-4 in una partita giocata col tetto del campo centrale chiuso.

Nessuna palla break fino al 3-3 del primo set quando Berrettini ne concede una sbagliando due dritti ma poi la annulla costringendo all’errore di dritto dal fondo Thiem. Si va quindi al tie-break, il 26enne della Bassa Austria va subito sul 3-0 ma si fa rimontare, sul 5-4 Berrettini commette doppio fallo dopo aver perso quattro punti in sei turni di servizio concedendo al 23enne romano due set point che salva entrambi in un modo incredibile, così come salva un terzo sul 7-6, ne spreca lui uno sull’8-7 e sul 9-8 per Matteo deve arrendersi mettendo largo un rovescio dopo 57 minuti di gioco.

Non si gioca quasi nei primi sei turni di servizio del secondo set poi Berrettini si procura due palle break con uno strepitoso cross di dritto sulla rete, Thiem gliele annulla ma ne regala un’altra all’azzurro che stavolta costringe all’errore l’austriaco. Matteo tiene senza problemi il successivo servizio, poi sul 5-4 serve per la semifinale e ha due match point, ne manca uno, l’altro glielo annulla Thiem, poi deve salvare due palle del controbreak e lo fa con la prima di servizio, infine il terzo match point è quello buono con lo schema che è il marchio di fabbrica di Berrettini, prima di servizio seguita dal dritto vincente.

Berrettini domani in semifinale incontrerà il tedesco Alexander Zverev, che oggi al termine di una partita incredibile ha battuto un Roger Federer mai così nervoso nella sua carriera, Matteo e Sascha si sono incontrati due volte e sempre al secondo turno di Roma, l’anno scorso vinse il tedesco in due set, quest’anno il romano gli ha restituito lo sgarbo. Ma soprattutto Berrettini rientra tra i primi otto della classifica Race, quella che conta per l’accesso alle ATP Finals di Londra scavalcando lo spagnolo Roberto Bautista Agut e fino a lunedì nessuno potrà superarlo, inoltre nella classifica mondiale è già sicuro di essere numero 11, suo miglior ranking, e numero 1 d’Italia, una posizione davanti a Fabio Fognini, sconfitto oggi dal russo Daniil Medvedev.

Video - Matteo Berrettini, il mio sogno americano

11:44
0
0