Getty Images

In Australia Seppi è sempre grande: battuto Schwartzman, è in finale

In Australia Seppi è sempre grande: battuto Schwartzman, è in finale
Di Eurosport

Il 11/01/2019 alle 08:33Aggiornato Il 11/01/2019 alle 09:13

L'altoatesino è il primo italiano nella storia a conquistare l'ultimo atto dell'ATP 250 di Sydney e attende il vincente del match tra Simon e De Minaur: piegato l'argentino 7-6(3) 6-4 e nona finale in carriera per lui, la prima da Halle 2015.

" Non so perché ma in Australia gioco sempre il mio miglior tennis!"

Signore e signori che Andreas Seppi! E’ proprio vero che "l’effetto australiano" fa decisamente bene al tennista altoatesino che ancora una volta a queste latitudini dimostra di saperci fare. E’ arrivata, infatti, la vittoria nell’ATP di Sydney (Australia) nella semifinale contro l’argentino Diego Schwartzman (n.19 del mondo). L’azzurro si è imposto con il punteggio di 7-6(3) 6-4 in 1 ora e 43 minuti di partita e se la vedrà in finale contro il vincente della sfida tra il francese Gilles Simon e il padrone di casa Alex De Minaur. Per Andreas è la nona finale in carriera, la prima sul cemento all’aperto e la prima a oltre tre anni e mezzo da Halle 2015.

Nel primo set l’avvio non è dei migliori, con il sudamericano subito avanti di un break e abile a sfruttare la sua grande profondità di palla. Con il passare dei quindici, però, l’azzurro accresce il livello del proprio tennis, trovando il timing giusto e obbligando il suo avversario a recuperi affannosi. Spinge da fondo Seppi e arrivano due break consecutivi nel terzo e nel quinto game. Avanti 5-3 l’italiano ha l’opportunità di servire per il parziale e chiudere i giochi. Sfortunatamente qualcosa si inceppa nel meccanismo perfetto del 34enne nativo di Bolzano e così Schwartzman pareggia i conti nel nono gioco. Si va al tie-break e Andreas recupera il filo del discorso interrotto, dominando letteralmente la scena e imponendo una velocità di palla che il rivale fa fatica a gestire. Sul 7-3 l’italiano si porta a casa la prima frazione con tre ace, il 61% dei punti ottenuti al servizio e il 46% alla risposta.

Nel secondo set sembra un po’ ripetersi, in parte, quanto avvenuto precedentemente. Ancora una volta, infatti, il n.37 ATP strappa il servizio all’argentino, nel sesto game, appoggiandosi magistralmente ai colpi dell’avversario. Il nostro portacolori però, avanti 5-3, ha qualche esitazione di troppo e consente al sudamericano di tornare in auge, recuperando il break di ritardo nel nono gioco. Si tratta, però, solo di uno sbandamento momentaneo che Seppi è abile ad assorbire, recuperando subito la giusta concentrazione e conquistando a sua volta un altro break con determinazione, valso il successo finale sul 6-4.

Video - Highlights: Seppi-Tsitsipas 4-6 6-4 6-4, azzurro in semifinale e n.36 nel ranking ATP

03:05
0
0