Getty Images

Nadal piega Fognini e va in semifinale: l'azzurro ci prova ma deve arrendersi in 3 set

Nadal piega Fognini e va in semifinale: l'azzurro ci prova ma deve arrendersi in 3 set

Il 10/08/2019 alle 07:59Aggiornato Il 10/08/2019 alle 09:09

Dal nostro partner OAsport.it

Niente da fare per Fabio Fognini nei quarti di finale del Masters 1000 di Montreal. L'azzurro deve arrendersi in tre set al numero 2 del ranking Rafael Nadal che si impone con il punteggio di 2-6 6-1 6-2 in 1 ora e 53 minuti. Un match nel quale il ligure ha saputo approfittare dei problemi del rivale nel primo parziale. Poi, quando Rafa ha alzato il livello, la differenza tra i due è stata evidente. Il n.11 del mondo, comunque, non ha affatto sfigurato al cospetto dell'avversario. Nadal, dunque, conquista le semifinali dove affronterà il vincitore della sfida tra il francese Gael Monfils e lo spagnolo Roberto Bautista Agut, posticipata a causa della pioggia alle 19 italiane di sabato.

A Fognini il primo set, poi si scatena Rafa

Nel primo set entrambi fanno fatica a trovare l'impatto con la palla ma è Fognini a prendere il più delle volte l'iniziativa, sfruttando al meglio i tanti errori non forzati dell'iberico (saranno ben 14 al termine della frazione). Mettendo a segno alcuni vincenti, specialità della casa, l'azzurro prende il largo con estrema facilità portandosi sul 5-1 con due break di vantaggio e chiudendo il set 6-2 con 8 vincenti e con un numero di gratuiti (10) inferiore allo spagnolo. Nel secondo set c'è la reazione di Nadal. Aumenta la profondità dei colpi dello spagnolo e Fognini fa fatica a tenere il ritmo finendo letteralmente travolto. Nadal vince il secondo set 6-1 in 37 minuti.

Nel terzo set non c'è storia

Nel terzo set l'azzurro chiede l'intervento del fisioterapista: la caviglia inizia a dare qualche problema. Il match prosegue e Nadal dà seguito al suo pressing imperterrito conquistando due break nel primo e nel quinto game. Il match va in ghiaccio, nonostante il tentativo disperato di Fognini di ottenere il parziale controbreak nel sesto gioco. Nadal annulla la chance con grande lucidità e archivia la pratica sul 6-2, ottenendo la quarantesima vittoria del 2019 e rafforzando la propria candidatura per il quinto titolo a Montreal.

Video - L'omaggio di Djokovic: "Federer e Nadal sono il motivo per cui gioco ancora a questo livello"

01:22
0
0