AFP

Wawrinka dà appuntamento a Seppi, Murray va di fretta: ottavi raggiunti

Wawrinka dà appuntamento a Seppi, Murray va di fretta: ottavi raggiunti

Il 20/01/2017 alle 07:52Aggiornato Il 20/01/2017 alle 13:47

Lo svizzero batte in rimonta il serbo in 4 set: 3-6, 6-2, 6-2, 7-6 (7). Il numero 1 del mondo schianta Querrey 6-4, 6-2, 6-4 mentre Tsonga regola Sock in 4. Evans raggiunge il punto più alto della sua carriera.

Andy MURRAY b. Sam QUERREY 6-4, 6-2, 6-4

Zero set lasciati per strada, l’autorevolezza del numero 1 al mondo e il nono accesso consecutivo agli ottavi degli Australian Open. Andy Murray non mostra segnali di cedimento nella sua cavalcata e neutralizza Sam Querrey in tre agevoli set. Lo scozzese reagisce così al malumore causato dall’essere 'confinato' sull’Hisense Arena di giorno. Senza Djokovic a rovinargli i piani, la maledizione del 5 volte finalista a Melbourne può essere interrotta. Il prossimo scoglio si chiama Mischa Zverev.

Scusa, questo video non è più disponibile

Stanislas WAWRINKA b. Viktor TROICKI 3-6, 6-2, 6-2, 7-6 (7)

Sarà Stan Wawrinka l’avversario di Andreas Seppi agli ottavi di finale. L’azzurro non partirà favorito ma, dopo la sofferenza contro Klizan al primo turno, lo svizzero ha evidenziato che qualche spiraglio potrebbe esserci nel caso inciampasse in una giornata di scarsa ispirazione. Contro Troicki, il vincitore dell’edizione 2014 si complica la vita: perde il primo set, rimonta, ma quando va a servire per il match per ben due volte (sul 5-4 e sul 6-5) concede al serbo la chance di riaprire la sfida. Trocki, da combattente qual è, non molla neppure nel tie-break: sotto 2-5 risale fino al 5-5 e annulla un match-point sul 5-6. Wawrinka cancella, però, la possibilità di allungare la partita al quinto sul 7-6 Troicki e si qualifica tra i migliori 16 del torneo per la sesta volta negli ultimi 7 anni. I precedenti con l’altoatesino recitano 8-3 di marca elvetica, ma sul cemento di Melbourne sarà una prima assoluta.

Scusa, questo video non è più disponibile

Scusa, questo video non è più disponibile

Gli altri: Tsonga conferma il feeling australiano

Tsonga piega un cliente scomodo come Sock in un match che presentava insidie: il verdetto è 7-6 (4), 7-5, 6-7 (8), 6-3. Per l’ottava volta il francese è agli ottavi degli Australian Open, dove vanta la finale del 2008. In questo Slam Jo-Wilfried è tradizionalmente a suo agio. Non avrà vita facile, però, contro Daniel Evans che ha raggiunto l’apice della carriera: non era mai andato oltre il terzo turno negli Slam. Sono bastati tre set tirati per eliminare l’idolo di casa, Bernard Tomic, nel clima incandescente che sanno regalare i tifosi australiani: nei momenti topici il 26enne britannico non ha mai tremato. Il 7-5, 7-6 (2), 7-6 (3) finale vale una qualificazione tra i migliori 16.

Scusa, questo video non è più disponibile

0
0