Getty Images

La crisi della Stephens non accenna a finire: subito fuori la campionessa US Open

La crisi della Stephens non accenna a finire: subito fuori la campionessa US Open

Il 15/01/2018 alle 03:18Aggiornato Il 15/01/2018 alle 09:08

Il primo colpo di giornata è della cinese Shuai Zhang che si impone in rimonta su Sloane Stephens: 2-6, 7-6, 6-2: subito fuori la campionessa in carica dell'ultimo US Open e delle semifinaliste di Flushing Meadows ne escono 3 su quattro: anche Venus Williams e Coco Vandeweghe, estromessa in due set da Timea Babos (7-6, 6-2). Il record del giorno lo scrive la 15enne ucraina ucraina Marta Kostyuk.

Due anni fa la sua storia qui all’Australian Open aveva fatto il giro del mondo: Shuai Zhang, che non aveva mai vinto una partita nel main draw di uno slam, arrivò fino ai quarti di finale. Oggi, contro la campionessa in carica dell’ultimo US Open, la nuova “impresa”.

Già perché per la sconfitta di Sloane Stephens il virgolettato è d’obbligo. Dalla vittoria dello scorso settembre a Flushing Meadows a oggi, infatti, la tennista americana è stata reduce di 8 sconfitte al primo turno.

Una crisi che tra problemi fisici e assenza di condizione - oltre che di fiducia - ha ributtato la tennista statunitense in quel limbo dov’era finita esattamente prima dell’exploit della scorsa estate.

Nemmeno oggi infatti è servito alla Stephens vince il primo set, con la Zhang che ha piazzato la rimonta vincendo il lottato secondo parziale - terminato al tie-break - e poi scappando via facile nel terzo, con la Stephens decisamente troppo rapida nello staccare la spina: 2-6, 7-6, 6-2 il risultato che consente all’asiatica di far saltare la prima importante testa di serie - n°13 - dell’Australian Open.

Le altre

Tra i primi match della notte buona vittoria della francese Cornet, 6-4, 6-2 sulla Wang; così come ottimo successo per la tedesca Julia Goerges, giocatrice estremamente in forma in questo inizio di stagione e impostasi per 6-4, 6-4 su Sofia Kenin. Male invece la testa di serie numero 24 Dominika Cibulkova, che subisce un netto 6-2, 6-2 da Kaia Kanepi. E fuori anche la testa di serie n° 31 Ekaterina Makarova, qui due volte semifinalista, che si arrende alla romena Begu per 3-6, 6-4, 8-6. Il record del giorno lo scrive la quindicenne ucraina Marta Kostyuk che, dalle qualificazioni, elimina la numero 25 Shuai Peng con un doppio 6-2 in 57 minuti.

0
0