Getty Images

Clamoroso, Murray shock: lo scozzese si ritira dal tennis!

Clamoroso, Murray shock: lo scozzese si ritira dal tennis!

Il 11/01/2019 alle 02:20Aggiornato Il 11/01/2019 alle 08:09

Con un annuncio arrivato in piena notte, dall'Australia, lo scozzese comunica l'addio all'attività agonistica: "Non riesco più a giocare, il dolore all'anca non mi dà pace. Forse smetterò già qui, ma l'idea è quella di arrivare a Wimbledon, il posto dove mi piacerebbe smettere, ma non credo di farcela".

Un annuncio shock. Nel cuore della notte italiana e lanciato dai colleghi di Oktennis e di altre testate internazionali presenti in Australia: Andy Murray darà l'addio al tennis.

Un fulmine a ciel sereno, una notizia che arriva proprio dalla bocca dell'ex numero 1 del mondo che nella conferenza stampa di presentazione, quasi in lacrime, ha così dichiarato:

"Non riesco più a giocare, il dolore all’anca non mi dà pace. Forse smetterò già qui, però al momento l’idea è di arrivare fino a Wimbledon perché è il posto dove mi piacerebbe smettere, ma non sono certo di farcela".

" Non riesco più a giocare, il dolore all'anca non mi dà pace"

Lo scozzese rientrava in Australia dopo un 2018 da dimenticare in cui di fatto aveva giocato solo 16 partite. Poi una delicata operazione chirurgica all'anca e il tentativo di rientrare, proprio in Australia, dove cinque volte finalista non era mai riuscito nella gioia di alzare il trofeo.

Le condizioni fisiche di Murray erano comunque apparse precarie già in questi giorni, con allenamenti mai portati a termine, ma soprattutto con le parole del medico che ha eseguito l'operazione chirurgica per lo scozzese, intervenuto ai microfoni della BBC: "Non è detto che la situazione sia completamente risolta, non si poteva riportare l'anca alla situazione pre infortunio. Andy dovrà convivere con il dolore".

Un dolore evidentemente diventato insostenibile e che obbliga il quasi 32enne a questo annuncio shock. Classe 1987, nato a pochi giorni di distanza da Djokovic, è di fatto il primo dei Fab-4 ad alzare bandiera bianca.

Vedremo se Murray riuscirà a scendere in campo o meno per il primo turno - tra l'altro molto complicato - contro Bautista-Agut. Ma soprattutto se saprà andare avanti da qui a Wimbledon.

All'All England Club, ne siamo certi, saranno pronti a celebrare il britannico che ha riportato a casa il trofeo più famoso del tennis professionistico, che ha vinto due ori olimpici, che ha alzato una Coppa Davis praticamente da solo e che è riuscito - seppure per poco - a strappare il trono di n°1 del mondo nell'epoca degli alieni Federer, Nadal e Djokovic.

In bocca al lupo, Sir Andy Murray.

Video - Murray: "Vorrei smettere a Wimbledon, ma non sono sicuro di poterci arrivare"

01:23
0
0