Getty Images

Nadal torna e vince col nuovo servizio; ok Dimitrov; fuori Edmund e Isner

Nadal torna e vince col nuovo servizio; ok Dimitrov; fuori Edmund e Isner

Il 14/01/2019 alle 10:00Aggiornato Il 14/01/2019 alle 10:52

Quattro mesi dopo il ritiro dagli US Open, Rafael Nadal debutta a Melbourne battendo il tennista di casa James Duckworth 6-4, 6-3, 7-5: Rafa ha svelato nuovo movimento del servizio allenato durante la off-season. Vince in 3 set anche il nuovo idolo di casa Alex De Minaur, mentre le prime teste di serie fuori dagli Australian Open sono il numero 9 John Isner e il semifinalista uscente Kyle Edmund.

Eurosport Player: Guarda fino a 18 campi LIVE

Guarda Eurosport

Non giocava un match ufficiale dal ritiro agli US Open con Del Potro di 129 giorni fa, però il tempo non sembra passare per Rafael Nadal, che debutta a Melbourne con una prova convincente contro il tennista di casa James Duckworth. Rafa vince 6-4, 6-3, 7-5 in 2 ore e un quarto di bel manico sul campo della Rod Laver Arena, con un unico passaggio a vuoto all’inizio del secondo set, sotto di un break subito rimontato. Dopo 9 ritiri formali di Nadal dai tornei dell’ultimo anno - l’ultimo a Brisbane due settimane fa per un problema muscolare alla coscia sinistra - tutta l’attenzione australe era rivolta al suo stato di forma e a questo nuovo movimento del servizio allenato durante la off-season, che dovrebbe permettergli di evitare qualche scambio con un po’ meno dispendio.

Rafa Nadal al servicio en un momento de su partido de primera ronda del Open de Australia 2019 ante James Duckworth

Rafa Nadal al servicio en un momento de su partido de primera ronda del Open de Australia 2019 ante James DuckworthGetty Images

Dal suo canto Duckworth - che oggi è wild-card australiana numero 237 ATP, con un recente passato da top cento - ha tirato tutto come si dice in gergo per chi gioca senza un minimo di padronanza tattica: “Solo che non è questo che io intendo normalmente il gioco del tennis”, ha commentato Rafa con sottile ironia in conferenza stampa. Nadal, che ha vinto il torneo dieci anni fa, ha anche parlato del suo nuovo servizio concedendosi un po’ di tempo:

" Sia la prima sia la seconda sono andate bene, anche se naturalmente certi meccanismi di gioco, tipo la posizione in campo dopo l’esecuzione del colpo, vengono con le partite. Sono quindi felice di aver vinto oggi e di avere la possibilità di affrontare un altro match nel quale spero di poter ‘giocare a tennis’ più di quanto ho fatto oggi."

Video - Australian Open: Nadal-Duckworth 6-4 6-3 7-5, gli highlights

09:07

OK Dimitrov e De Minaur

La prima notte down under delle teste di serie ha seguito un percorso abbastanza netto in cui il nuovo idolo di casa, il diciannovenne Alex De Minaur con la 29a testa di serie, ha battuto Sousa 6-4, 7-5, 6-4 nella Margaret Court Arena, straight sets anche Monfils (30) e Verdasco (26), mentre il seed #5 Kevin Anderson ha piegato Mannarino al quarto set: 6-3, 5-7, 6-2, 6-1. Avanti il numero 20 Grigor Dimitrov (4-6, 6-3, 6-1, 6-4) e in quattro set anche Karen Khachanov (10), Diego Schwartzman (18), Stefanos Tsitsipas (14), Nikoloz Basilashvili (19).

Video - Australian Open: Dimitrov-Tipsarevic 4-6 6-3 6-1 6-4, gli highlights

02:30

Fuori Edmund e John Isner

Fuori invece il numero 13 e semifinalista uscente Kyle Edmund, travolto in un complicatissimo match di primo turno contro il rientrante, e due tra i migliori quattro degli AusOpen, Tomas Berdych: 6-3, 6-0, 7-5. Precedendo Edmund, la prima testa di serie fuori dal tabellone di Melbourne è il numero 9 John Isner, fuori al primo turno per il secondo anno consecutivo e stavolta per mano del connazionale statunitense Reilly Opelka, in un derby tra big server da 87 ace e 4 tie-break: vince il battitore ventunenne 7-6, 7-6, 6-7, 7-6.

Video - "Buongiorno Ubaldo!": il giornalista si appisola, Nadal lo prende in giro

00:38
0
0