Getty Images

Roger Federer sul velluto di Melbourne: l’esordio è facile contro Istomin

Federer sul velluto di Melbourne: l’esordio del campione è facile contro Istomin

Il 14/01/2019 alle 13:09Aggiornato Il 14/01/2019 alle 13:41

Roger Federer vince 6-3, 6-4, 6-4 al debutto ufficiale del nuovo anno e chiude la Rod Laver Arena mostrando una buona condizione atletica, senza togliere l'ultima scena a Andy Murray. Al secondo turno, Federer affronterà il britannico Daniel Evans.

Eurosport Player: Guarda fino a 18 campi LIVE

Guarda Eurosport

Verranno momenti peggiori, però intanto è un velluto blu che accoglie la prima passerella australe di Roger Federer al debutto ufficiale dell’anno contro Denis Istomin, Rod Laver Arena. Un match che ci dà qualche solida e nemmeno chissà quale sorprendente indicazione - 14 ace e l'86% dei punti con la prima di servizio, che però entra solo 46/82, 52 vincenti, 30 errori non forzati, 3/9 break, nessuna palla break concessa - ma non grandi risposte ai soliti quesiti “esistenziali” che seguono Federer a Melbourne da certi anni a questa parte. Sarà, intanto Roger non perde agli Australian Open del 2016 (in semifinale contro Djokovic) e un due volte campione uscente non può che stare altresì sotto i riflettori del tennis e oltre.

Nel primo set, Federer perde tre quindici al servizio con palle utili fin dal primo turno di Istomin e il break nel quarto game. La partita di mezzo segue un corso analogo con bellissimo rovescio in corsa più break nel terzo gioco, e via fino al doppio vantaggio poco oltre l’ora di gioco. Copione rispettato anche nel terzo set, con palle break a favore di Roger fin dal primo game e l’ultima resistenza dell’uzbeko, celebre in Italia per le sue maratone slam contro Seppi, fino al break del quinto game che avvia i titoli di coda del Day 1 di Melbourne.

Video - Federer fa già il Federer: splendido passante di rovescio contro Istomin

00:37

Roger Federer batte Denis Istomin 6-3, 6-4, 6-4 in un’ora e 57 minuti senza togliere la scena a Andy Murray, che intanto getta il suo cuore oltre la rete e rimonta Bautista ma cede al quinto set della sua (forse) ultima partita di tennis: standing ovation. Cordialmente, l’esordio di sera fa morale a Federer contro l’arsura di Melbourne: al secondo turno c’è Daniel Evans, Roger ha vinto in 3 set l’unico precedente a Wimbledon nel 2016.

Video - Who said it? Roger Federer alle prese con Agassi, Djokovic e... Jean-Claude Van Damme

01:21
0
0