Imago

Sinner torna a casa e vince ancora: ottavi conquistati nel Challenger di Ortisei

Sinner torna a casa e vince ancora: ottavi conquistati nel Challenger di Ortisei

Il 14/11/2019 alle 09:33Aggiornato Il 14/11/2019 alle 09:34

Dal nostro partner OAsport.it

Missione compiuta per Jannik Sinner. L’azzurrino, impegnato nel secondo turno dell’ATP Challenger di Ortisei, si è imposto con il punteggio di 7-6 (5) 7-5 contro l’austriaco Lucas Miedler. Un match equilibrato quello sul veloce indoor altoatesino, nel corso del quale il 18enne nativo della Provincia di Bolzano ha saputo soffrire e trovare la chiave per portare a casa un successo tutt’altro che scontato (14 ace messi a segno). Nel prossimo turno ci sarà un altro azzurro ad attenderlo, ovvero Roberto Marcora (n.183 del ranking), che ha sconfitto in rimonta il giovane Giulio Zeppieri per 4-6 6-3 7-5.

Nel primo set l’avvio di Sinner è un po’ incerto, ma la palla break viene annullata prontamente. Jannik si scioglie quindici dopo quindici e si costruisce due palle break nel quarto game e altrettante nell’ottavo, senza però trovare concretezza. La frazione corre via rapida e l’epilogo è al tie-break. L’azzurrino parte fortissimo e si porta sul 4-0. Miedler reagisce bene, costringendo Jannik a faticare più del dovuto. Tuttavia, il quarto set-point è quello buono per la chiosa sul 7-5.

Nel secondo set Miedler aumenta la profondità dei propri colpi e nel quarto gioco ha due palle break, ma Sinner è abile a salvarsi con il servizio. Nel settimo game capita invece all’altoatesino la chance “break”, ma il rivale la spunta ai vantaggi. Lottatissimo, poi, è il decimo gioco, con Jannik obbligato ad annullare tre set-point, ma non tremando mai. Una prova di carattere che gli consente di essere letale nel game successivo e di strappare la battuta all’avversario. Con grande autorevolezza, a zero, il 18enne azzurro può festeggiare il best ranking in carriera (n.92 virtuale).

Ora Sinner è virtualmente n.92 del mondo e, continuando la sua avventura nel torneo di casa, avrebbe concrete chance per salire ulteriormente in graduatoria. In caso di accesso ai quarti di finale, infatti, il classe 2001 nativo della Provincia di Bolzano si porterebbe a 606 punti, a ridosso della posizione n.90. Giungendo alle semifinali, rientrerebbe nella top-90, mentre ottenesse il biglietto per la finale, il suo tesoretto virtuale sarebbe di 639 punti (n.83 del ranking). La vittoria finale lo proietterebbe a 671 punti e dunque alla posizione n.78, considerando però possibili scostamenti dettati dai riscontri di altri giocatori. In questo senso, l’uscita di scena di Stefano Travaglia proprio ad Ortisei (attuale n.83 del mondo) può essere favorevole nella rincorsa dell’azzurrino. Da osservare però con attenzione Salvatore Caruso, qualificato agli ottavi dell’evento altoatesino e n.95 del mondo.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Jannik Sinner, il 18enne predestinato: tutti i numeri di un 2019 da favola

01:40
0
0