Getty Images

Jannik Sinner disegna il suo 2020: definiti i tornei, c'è anche l'Australian Open

Jannik Sinner disegna il suo 2020: definiti i tornei, c'è anche l'Australian Open

Il 11/11/2019 alle 12:42

Dal nostro partner OAsport.it

Un campione non solo in campo, ma anche in fatto di programmazione: per Jannik Sinner fioccano ancora di più le wild card dopo il successo alle NextGen ATP Finals, così l’altoatesino può programmare già i primi mesi del 2020, secondo quanto scritto dalla “Gazzetta dello Sport“.

" Sono felice perché ho vinto tanto in stagione, e anche l’anno prossimo voglio giocare parecchio, diciamo 60 match. Se poi ne farò meno non cadrà certo il mondo. Il livello sarà più alto, dunque sarà più difficile, perché proveremo a giocare solo tornei ATP"

L’entourage di Sinner ha già programmato l’avvio del 2020: start il 6 gennaio con il torneo di Doha per il quale l’invito arriverà nei prossimi giorni, poi subito gli Australian Open, secondo torneo consecutivo dello Slam dopo gli US Open, questa volta senza giocare le qualificazioni.

Imbastito il calendario anche per febbraio 2020: si ritorna in Europa, in Francia a Montpellier, poi in Olanda a Rotterdam ed infine ancora in Francia a Marsiglia, per giocare sul veloce indoor, superficie gradita all’altoatesino, che mira nella prossima stagione ad entrare tra i primi 50 ATP.

Chiosa Sinner alla Rosea: “Quello che per me è importante è aver capito di poter tenere alto il livello per una settimana intera. A volte batti un top 20, ma il giorno dopo non riesci a tenere una palla in campo. lo credo di aver dimostrato di poter giocare alla pari per cinque giorni contro dei top 100“.

Video - Jannik Sinner, il 18enne predestinato: tutti i numeri di un 2019 da favola

01:40
0
0