Getty Images

Sinner, una vittoria da grande: l'azzurro rimonta Tiafoe e fa impazzire il pubblico di Milano

Sinner, una vittoria da grande: l'azzurro rimonta Tiafoe e fa impazzire il pubblico di Milano

Il 05/11/2019 alle 23:11Aggiornato Il 06/11/2019 alle 00:23

Il tennista altoatesino batte all'esordio l'americano, testa di serie numero 2 delle Next Gen ATP Finals: finisce 3-4(4) 4-2 4-2 4-2. Bissato il successo ottenuto ai quarti di Anversa.

Orecchie coperte per non sentire l'ovazione assordante del pubblico di Milano. E' questa l'immagine della partita d'esordio di Jannik Sinner dopo aver trovato un angolo da capogiro, un'altra prova di maturità al cospetto della testa di serie numero 2 delle Next Gen ATP Finals, il numero 47 del mondo Frances Tiafoe.

In un match che non tradisce le attese dell'Allianz Cloud, il primo quindici a favore di chi risponde arriva solo nel quarto game ed è di Sinner. Le prime di servizio non lasciano scampo sul cemento indoor - de Minaur nel pomeriggio in conferenza ha spiegato che è fondamentale colpire la palla in anticipo per le condizioni di gioco mutate rispetto a Rho - e le bordate dell'americano valgono il primo parziale. L'altoatesino si esalta con il dritto in accelerazione, ma il tie-break viene compromesso da una palla corta e un errore di rovescio per lo 0-4 iniziale. Da 1-6, il 18enne di San Candido recupera fino al 4-6 ma Tiafoe chiude 7-4.

La partita, però, gira lo stesso con lo statunitense classe 1998 che si aggrappa al servizio nel terzo game ma lo cede al quinto: i due rovesci lungolinea di Sinner sono mortiferi e alzano i decibel del capoluogo lombardo. Un passante di rovescio vale il 4-2 e il break del successivo 2-1 è il crocevia del sorpasso nel terzo parziale. L'azzurro sale quindi in cattedra con il dritto al volo per il 3-1 e disinnesca, dopo aver incassato il passante di Tiafoe, la palla del possibile 3-3.

Sinner vince i punti importanti, quelli che fanno tutta la differenza del mondo alle Next Gen, considerata la regola del punto secco: l'ace del secondo 4-2 viene bissato da quello dell'1-1 nel set conclusivo e il break decisivo arriva ancora sul 40 pari. Finisce 3-4(4) 4-2 4-2 4-2 e per il tennista altoatesino è subito uno snodo importante contro l'avversario più quotato del girone B. Tiafoe ha, infatti, tre anni in più dell'azzurro ma il verdetto è il medesimo di Anversa. Forte di 14 ace a 7 e dell'84% di punti vinti con la prima, vince Jannik Sinner che a Milano ha tutta la pressione addosso e sembra non curarsene. Una vittoria da grande di chi sa già cibarsi di quella pressione e trasformarla in energia positiva.

Jannik Sinner - Next Gen ATP Finals 2019

Jannik Sinner - Next Gen ATP Finals 2019Getty Images

" Entrambi abbiamo giocato meglio rispetto ad Anversa ed era fondamentale servire bene perché se perdi il servizio il set qui va via veloce. Non amo le nuove regole e non vedo futuro per queste regole. Il pubblico? E' pazzesco. Ho giocato pochi tornei in Italia in questa stagione e ti dà una spinta incredibile. Quando sbagli soffrono con te, l'ideale sarebbe non sbagliare (ride, ndr) ma intanto oggi ho vinto [Jannik Sinner in conferenza stampa]"

Video - Jannik Sinner, il 18enne predestinato: tutti i numeri di un 2019 da favola

01:40
0
0