Getty Images

Next Gen ATP Finals: Liam Caruana dà spettacolo a Milano ma s'arrende a Fritz

Next Gen ATP Finals: Liam Caruana dà spettacolo a Milano ma s'arrende a Fritz

Il 07/11/2018 alle 23:03

Dal nostro partner OAsport.it

Un Liam Caruana combattivo e voglioso non è bastato per avere la meglio nel secondo match del gruppo B alle Next Gen ATP Finals di Milano. Con la "wild card italiana", residente in Texas, Caruana cede allo statunitense Taylor Fritz (numero 47 ATP) con il punteggio di 1-4 4-1 4-3 (9) 4-2. Una sfida che, nei fatti, s'è decisa al tie-break del terzo set per la prima vittoria dello statunitense alle Next Gen. Per Caruana è invece la seconda sconfitta nel round robin, con conseguente situazione compromessa.

Nel primo set, memore del brutto incontro disputato ieri, Caruana aggredisce lo scambio rischiando negli agoli per sorprendere Fritz senza peso di palla. Così, con 3 ace, l’80% dei punti conquistati con la prima di servizio e il 75% con la seconda, Caruana vince il primo parziale 4-1 in appena 13 minuti. Nel secondo set arriva però la reazione di Fritz che alza il suo livello di gioco profittando anche di qualche errore avversario: l'americano trova la migliore profondità sfiancando Caruana da fondo campo per vincere il secondo parziale 4-1.

Il terzo set è il più spettacolare perché Caruana cancella a tutto braccio una palla break in apertura e s'aggrappa al punteggio, mettendo in evidenza un ottimo repertorio di colpi, spesso vicini alla riga di fondo. L’epilogo al tie-break è inevitabile e i rimpianti non mancano: Caruana ha sulla racchetta un set point sul 6-5, ma lo vanifica con un brutto errore prima di regalare una perla al Padiglione 1 della Fiera di Milano-Rho quando, dopo un attacco in back di rovescio, esegue un colpo al volo in tuffo che, da solo, vale il prezzo del biglietto.

Una prodezza che porta avanti l’azzurro (8-7), ma non basta per aggiudicarsi il set di Taylor Fritz: 11-9. Nel quarto e ultimo parziale, il contraccolpo psicologico si fa sentire e Caruana cede alla distanza alla maggior solidità del rivale che vince 4-2, sfruttando alla perfezione l’unica palla break concessa dall’italiano. Nell'altro match del Gruppo B, l'australiano Alex De Minaur regola Rublev 4-1 3-4 (5) 4-1 4-2. Nel Gruppo A Stefanos Tsitsipas, numero 15 del ranking mondiale e grande favorito di queste Next Gen, batte Tiafoe 4-3 (3) 4-3 (5) 4-2 mentre il polacco Hubert Hurkacz piega in cinque set Munar: 4-2 4-2 2-4 3-4 (5) 4-1.

0
0