AFP

Errani e Vinci volano ai quarti, Fognini e Seppi ai saluti

Errani e Vinci volano ai quarti, Fognini e Seppi ai saluti

Il 09/08/2016 alle 21:26Aggiornato Il 10/08/2016 alle 02:31

Andreas deve arrendersi con un doppio 6-3 alla forza di Nadal, mentre la 19enne Kasatkina regola 7-5, 6-2 Sarita. Exploit di Fognini che supera Paire al tie break del terzo set e raggiunge il terzo turno del singolare. Affronterà Andy Murray. Sara Errani e Roberta Vinci accedono ai quarti di finale dopo aver eliminato la coppia cinese Xu-Zheng, mentre Seppi/Fognini perdono da Pospisil/Nestor

Singolare Maschile

Niente da fare per Andreas Seppi. Era una partita interessante quella dell’altoatesino che sfidava quel Rafael Nadal al rientro dopo lo stop al polso. Nadal, che già nei giorni scorsi aveva comunque fatto fuori Delbonis e superato due turni in doppio, ha dimostrato di essere ben lontano dalla forma migliore, ma nonostante questo vince partite e prosegue il suo cammino. In una partita dove Seppi è rimasto quasi sempre a contatto – pur non impressionando anche lui con rendimento e facendo vedere una condizione fisica che dopo l’infortunio è ben lontano da quella migliore –, Nadal alla fine non ha permesso all’altoatesino di entrare veramente in battaglia, annullando perentoriamente quelle due palle break per set che avrebbero permesso ad Andreas di rientrare in partita. Così è maturato un doppio 6-3.

Uno stoico Fabio Fognini supera il numero 32 del ranking ATP Benoit Paire e guadagna l'accesso al terzo turno del torneo olimpico corrispondente agli ottavi di finale: è l'unico tennista azzurro ancora in corsa nel singolare; per lui si staglia all'orizzonte l'elettrizzante sfida con il campione olimpico in carica Andy Murray (in programma per domani mercoledì 10 agosto). Sfida davvero "pazza" quella dell'Olympic Tennis Centre tra Fognini e Paire; ormai fuori dal match, il tennista di Arma di Taggia risorge dalle ceneri, neutralizza il primo set perso per 4-6 imponendosi con lo stesso punteggio nel secondo e spazza via Paire al tie break del terzo e decisivo set facendo valere la sua supremazia tecnica. Al solito, in 2 ore e 20 minuti di gioco si è visto tutto il meglio e il peggio del tennista azzurro: il gioco vale decisamente la candela; contro Murray servirà innalzare ulteriormente il livello.

Singolare Femminile

Dopo Roberta Vinci, il torneo femminile di singolare perde anche Sara Errani, lasciando così l’Italia senza più protagoniste. A giustiziare la Errani ci ha pensato l’insidiosissima 19enne russa Daria Kasatkina. Si prospettava come una minaccia vera, per il gioco della Errani, la Kasatkina, è così alla fine si è rivelata. Anche se da raccontare c’è però un primo set molto tirato e girato davvero sul filo di un nulla.

Dopo un avvio fatto di 0 palle break convertite su 5 chance a disposizione, la Errani si è trovata nella difficile situazione del dover paradossalmente rincorre nel punteggio. Sara ha però come al solito lottato, rientrando dal 3-0 sotto e andando a minare pian piano il gioco di una Kasatkina che presa per sfinimento ha iniziato a concedere qualcosina. La Errani si è trovata così, punto dopo punto, con la chance di andare a servire sul 5-4; lì però la Kasatkina è rientrata in partita, vincendo l’infinito 11esimo game e strappando poi il servizio per il 7-5 finale che è stato vero turning moment della partita.

Dopo il break perso proprio nel primo gioco, la Kasatkina ha piazzato un parziale di 6 giochi a 1 che le è valso l’accesso ai quarti di finale.

Da segnalare per quanto riguarda il torneo più in generale l’incredibile successo della portoricana Monica Puig, che ha piallato 6-1, 6-1 – e lasciato in lacrime – la campionessa uscente del Roland Garros Garbine Muguruza. La Puig sifedrà ai quarti Laura Siegemund, con l’occasione della vita per entrambe di accedere in semifinale.

Doppi

Niente da fare per Seppi e Fognini: la coppia canadese formata da Nestor e Pospisil si conferma la kryptonite per il duo azzurro. Dalla Coppa Davis di Vancuver 2013 al torneo olimpico di Rio 2016: azzurri sempre annichiliti da Team Canada. Se il match di Davis era stato tanto epico quanto combattuto, non c'è storia all'Olympic Tennis Centr: troppo solidi e incisivi Nestor e Pospisil per la coppia azzurra, stesa in appena 57 minuti con punteggio eloquente 6-3/6-1. Alle semifinali i canadesi affrontaranno la coppia spagnola Rafa Nadal/Marc Lopez.

Errani e Vinci hanno superato in scioltezza la coppia cinese composta Zheng e Xu: 6-2/6-3 in un'ora e venti minuti di gioco per le Cichis che tengono vivo il sogno del Carrer Golden Slam (Australian Open, Wimbledon, Roland Garros Us Open e torneo olimpico di doppio) e ora affronteranno ai quarti di finale la coppia ceca Safarova e Strycova (carnefici delle sorelle Williams al primo turno). Le nostre tenniste sembrano aver ritrovato amalgama e brillantezza di un tempo.

Infine proprio oggi è arrivata la notizia delle coppie del torneo di doppio misto: per l’Italia ci sono Fognini e Vinci. Al primo turno sfideranno la temibilissima coppia francese – testa di serie numero 2 – Herbert-Mladenovic.

0
0