LaPresse

Bentornato Bolelli! Un anno dopo l'ultimo slam, è al secondo turno

Bentornato Bolelli! Un anno dopo l'ultimo slam, è al secondo turno

Il 29/05/2017 alle 17:30Aggiornato Il 29/05/2017 alle 19:52

Simone, eliminato qui l'anno scorso al primo turno da Kei Nishikori e poi operato al ginocchio sinistro, batte Mahut 6-4, 6-2, 6-2 e vola al secondo turno (dopo averne passati 3 di qualificazione). Troverà l'ostacolo Dominic Thiem. Avanti anche Andreas Seppi che batte 4-6, 6-1, 6-2, 6-1 il colombiano Santiago Giraldo e aspetta Fognini al secondo turno: non vinceva al debutto di Parigi da 3 anni.

dall’inviato a PARIGI – Non si vedeva sui campi di un torneo dello slam da un anno esatto e non vinceva una partita, nei major, dall’Australian Open 2016. Comprensibile che dopo il 6-4, 6-2, 6-2 – e precedenti 3 turni di qualificazione – Simone Bolelli abbia il sorriso soddisfatto di chi, ancora, qui dentro, voglia dimostrare di poterci stare.

Un anno fa, su questi campi, Bolelli si presentava sostanzialmente per incassare l’assegno del primo turno e pensare a quell’operazione chirurgica al ginocchio sinistro che l’avrebbe tenuto lontano dai campi a lungo. A febbraio, in Sudamerica, la lenta ripresa. Oggi, al Roland Garros, la vittoria che lo restituisce definitivamente a questa dimensione, se non in termini di ranking – ancora intorno alla posizione 330 dopo questa vittoria – certamente in quella di sensazioni ricevute sul campo.

Bolelli ha infatti nettamente dominato il numero 79 del mondo Nicolas Mahut; che d’accordo, su questi campi e per il suo tipo di gioco – serve and volley – non è certo a suo agio, ma che dal match contro il tennista di Budrio ne è uscito con le ossa rotte.

Nonostante la spinta del pubblico – soprattutto nel primo set – Mahut ha infatti nettamente subito la palla di Bolelli dal fondo, venendo per giunta spesso punito col passante ogni qualvolta si presentasse a rete. Minata la fiducia e strappato il servizio sul 4-3 del primo set (dopo il successivo break e contro-break), Bolelli non ha più lasciato la testa della partita, tenendo sotto controllo una situazione mai davvero in discussione.

Un unico brivido alla fine del secondo set, quando dopo essersi imposto per 6-2 Bolelli ha richiesto l’intervento del fisioterapista per il massaggiare la zona intorno al ginocchio sinistro, ovvero quello operato. Un falso allarme però perché già dal terzo game Simone ha trovato il successivo allungo, che con il doppio break arrivato sul 5-1 ha messo definitivamente la parola fine ai giochi.

Per Bolelli ora, al secondo turno, c’è la montagna Dominic Thiem e la grossa probabilità di giocarsela su un campo come il Lenglen. Non male per chi a quasi 32anni e dopo un’operazione del genere era scivolato fuori da tutto. Ma che evidentemente, ancora, vuole tornare a riprendersi il tempo ‘rubato’.

Scusa, questo video non è più disponibile

Andreas Seppi durante gli Internazionali d'Italia a Roma, 2017 (Getty Images)

Andreas Seppi durante gli Internazionali d'Italia a Roma, 2017 (Getty Images)Getty Images

Andreas Seppi b. Santiago Giraldo 4-6, 6-1, 6-2, 6-1

Andreas Seppi scaccia i fantasmi del primo set regolando il colombiano Santiago Giraldo (qualificato, numero 101 ATP) in 2 ore e 10 minuti. Era dal 2014 che Seppi non vinceva il primo match del Roland Garros e anche quella volta fu contro Giraldo, poi Andreas perse e al terzo turno con Ferrer. Metà derby italiano di secondo turno è fatto: ora tocca a Fabio Fognini che in serata dovrà respingere le ambizioni di Frances Tiafoe, stellina diciannovenne del tennis americano.

Scusa, questo video non è più disponibile

0
0