Getty Images

Federer, Nadal e Djokovic: l'eccezionalità di tre fuoriclasse spiegata dai numeri

Federer, Nadal e Djokovic: l'eccezionalità di tre fuoriclasse spiegata dai numeri

Il 14/09/2018 alle 11:00Aggiornato Il 14/09/2018 alle 11:30

Lo svizzero, il maiorchino e il serbo stanno riscrivendo la storia del tennis: il loro dominio è raccontato dalla Top 10 del ranking ATP, primati e record che mettono in imbarazzo la concorrenza.

Federer, Nadal e Djokovic stanno riscrivendo la storia del tennis. Non è retorica, sono i numeri a testimoniare l’eccezionalità di quello che stiamo vivendo, un’epoca probabilmente irripetibile per la nobile arte della racchetta.

Tre leggende nella stessa epoca

Prendendo in esame la Top 10 del ranking ATP scopriamo, infatti, che Rafa Nadal ha trascorso 699 settimane tra i primi 10 della classifica, una striscia record ancora in corso. Avete capito bene, da quando il mancino di Manacor si è issato fino alla Top 10 per la prima volta in carriera (25 aprile 2005), non ne è mai uscito. Eccezionale senza dubbio così come le 829 settimane di Roger Federer. Un primato dello svizzero che ha interrotto la serie a 734 settimane consecutive a causa dell’infortunio subito a Wimbledon 2016. D’altro canto, però, re Roger è sul trono con 310 settimane passate da numero 1 del mondo (di cui 237 di fila, dal 2 febbraio 2004 al 17 agosto 2008) contro le 223 di Nole e le 189 di Rafa. Come se non bastasse, il vincitore di 20 Slam ha di fatto quasi sempre occupato un posto nella Top 3.

Video - US Open: Rafael Nadal-Dominic Thiem 0-6 6-4 7-5 6-7 7-6, gli highlights

03:13

La storia di Federer, Nadal e Djokovic nella Top 10 del ranking ATP

FEDERER NADAL DJOKOVIC
Totale in carriera 829 699 564
Numero 1 310 189 223
Numero 2 214 280 128
Numero 3 164 57 144
Numero 4 33 54 32
Numero 5 36 66 11
Numero 6 31 11 13
Numero 7 13 15 6
Numero 8 13 7 0
Numero 9 6 12 0
Numero 10 9 8 7
Record in carriera 734 699 555
Record attuale 85 699 9

N.B. Le cifre fanno riferimento al numero di settimane

Come potete vedere nella tabella le settimane passate fuori dal podio dal fenomeno classe 1981 sono briciole. Lo stesso si può dire in proporzione per il serbo che ha dovuto di recente interrompere la striscia a causa dei guai al gomito salvo poi riprendersi quanto corrisponde al suo reale valore. Impressionante vedere anche i dati di Nadal che oltre a quel spaventoso 699, tuttora migliorabile, non è mai quasi mai stato sotto le prime due posizioni.

La concorrenza non esiste

Se confrontate tutto questo con le cifre dei rivali o presunti tali, a cura di Luca Brancher, notate che gli altri sono quasi delle comparse: Zverev e Dimitrov hanno assaporato il podio più di quanto non lo abbia fatto Del Potro e lo stesso vale per Cilic che, però, almeno si è guadagnato tre finali Slam (di cui una vinta). Gli unici che hanno recitato una parte importante in questi anni sono Wawrinka (mai, però, oltre la terza posizione) e soprattutto Murray (numero 1 per 41 settimane) che, però, sono da tempo fuori dalla Top 10 per i rispettivi guai fisici. D’altronde questi tre alieni, Federer, Nadal e Djokovic, da quando lo svizzero ha inaugurato la nuova era trionfando a Wimbledon nel 2003, hanno conquistato 51 titoli del Grande Slam su 62 riscrivendo la storia di questo sport. Una storia che stiamo ancora vivendo e che - speriamo il più tardi possibile - rimpiangeremo.

0
0