Getty Images

Lorenzo Sonego, che combattente! Muller si arrende stremato al 5° set

Lorenzo Sonego, che combattente! Muller si arrende stremato al 5° set

Il 27/08/2018 alle 21:34Aggiornato Il 27/08/2018 alle 22:38

Il ragazzo classe 1995 vince la sua prima partita in carriera nel tabellone principale degli US Open da lucky loser eguagliando il suo miglior risultato negli Slam: il lussemburghese saluta, finisce 7-6(2) 6-7(9) 5-7 7-6(6) 6-2.

Eurosport Player:

Guarda Eurosport

Lorenzo Sonego è l’emblema della grinta, è un ragazzo che ha cuore e carattere ammirevoli. Da lucky loser il classe 1995 si è presentato al primo turno degli US Open senza i favori del pronostico contro Gilles Muller, ma il tennis sa regalare storie indimenticabili.

La sua prima partita nel tabellone principale dello Slam newyorkese è una battaglia. Il primo set è condotto dal torinese che non sfrutta delle palle-break ma si fa preferire soprattutto per l’efficacia con il dritto. Il big server si arrende per 7-2 al primo tie-break salvo poi risalire nel secondo parziale: i rimpianti in questo caso sono di Sonego che inventa un passante di rovescio lungolinea da urlo, dopo essersi salvato sul telone, e si guadagna due set-point sul 6-4. Il lussemburghese, però, rimedia e la spunta per 11-9.

Video - Gli highlights di Sonego-Muller in 150 secondi

02:34

Il terzo set vede Sonego ottenere il contro-break del 4-4 dopo aver pagato dazio per un doppio fallo di troppo ma il 7-5 targato Muller ribalta l’inerzia. È qui che il classe 1995 si esalta, nella lotta e con la forza mentale perché l’esperto lussemburghese intravede il traguardo al tie-break sul 5-4 con due servizi a disposizione. L’azzurro con una risposta di dritto dà avvio alla rimonta e per 8-6 si porta al quinto.

Di fatto il match finisce qui perché Muller accusa un crollo fisico. Il medical time-out non migliora la situazione e il lussemburghese rimane in campo solo per onorare quella che, salvo sorprese, sarà la sua ultima partecipazione negli Slam. Il piemontese, che non aveva mai vinto una partita al quinto set in carriera, chiude in 4 ore e 16 minuti per 7-6(2) 6-7(9) 5-7 7-6(6) 6-2 e si garantisce un secondo turno a New York contro il russo Khachanov eguagliando il suo miglior risultato nei major, dopo gli Australian Open di questo promettente 2018.

Video - Lorenzo Sonego, da Melbourne una nuova speranza per il tennis italiano

01:14
0
0