Getty Images

Jannik Sinner, un diamante grezzo brilla all'esordio degli US Open

Jannik Sinner, un diamante grezzo brilla all'esordio degli US Open

Il 27/08/2019 alle 13:12Aggiornato Il 27/08/2019 alle 23:54

Una volta in più, dopo il suo debutto assoluto negli slam, abbiamo prova concreta che Jannik Sinner sarà il futuro, prossimo e vincente, del tennis italiano. Con il peso reale del diamante grezzo nel folto sottobosco dei challenger e già oggi fra i signori del tennis, l'illuminismo del diciottenne atesino è fatto di zelo, acume, intaprendenza e una lucida voglia di diventare grande.

Qui New York, buongiorno Italia. L’anno è stato di Fabio Fognini vincitore del primo Masters 1000 nostrano e di Matteo Berrettini, sbocciato sull’erba dei campi estivi. L’anno che verrà sarà di Jannik Sinner che viene da una terra operosa, l’Alta Pusteria, nel magnifico scenario delle Dolomiti, dei lucenti laghi alpini, delle aquile reali.

C’è un Robinson Crusoe che, alla tenera età di trecento anni, ha vissuto molte vite e oggi vuole fare il tennista. Dai lunghi capelli rossi e lo stile sì un po’ disadorno, ma con un fascino luminoso di chi vuole scrivere il suo romanzo di formazione, perché Jannik Sinner ha quella fame vorace che nutre di vita ogni game, ogni scambio, ogni colpo venuto dalle sue corde.

Jannik Sinner e i grandi campioni del tennis all'esordio in uno Slam
Il debutto assoluto negli slam di Jannik Sinner è stato agli US Open con Stan Wawrinka: 6-3 7-6 4-6 6-3 lo score a favore del campione del torneo nel 2016.

Il debutto assoluto negli slam di Jannik Sinner è stato agli US Open con Stan Wawrinka: 6-3 7-6 4-6 6-3 lo score a favore del campione del torneo nel 2016.Getty Images

Video - US Open: Wawrinka-Sinner 6-3 7-6 4-6 6-3, gli highlights

02:46

Video - Jannik Sinner, la scalata da record del 2001 che fa sognare il tennis italiano

01:10
0
0