AFP

Ivanovic, Wimbledon resta tabù: passa la Mattek-Sands

Ivanovic, Wimbledon resta tabù: passa la Mattek-Sands

Il 01/07/2015 alle 21:32Aggiornato Il 01/07/2015 alle 21:39

La semifinalista dell’ultimo Roland Garros viene sconfitta a sorpresa dall’americana 6-3, 6-4. La Sharapova è altalenante al servizio, ma piega l'olandese Hogenkamp 6-3, 6-1 facendo valere una manifesta superiorità. Avanti Bencic, Stosur, Keys, Azarenka e Serena Williams

Ana Ivanovic esce di scena

E’ una caduta fragorosa quella di Ana Ivanovic, semifinalista dell’ultimo Roland Garros e testa di serie numero 7. La Mattek-Sands, esperta doppista (sua la fresca vittoria a Parigi in tandem con la Safarova) ma qualificata ai Championships da numero 158 del ranking Wta, gioca la partita della vita ed elimina la serba.

Ci sono due dati che rendono merito all’americana più che demerito alla bella Ana: i 32 vincenti a 15 e i 29 punti su 38 a rete. Wimbledon resta tabù per la serba che, dopo la semifinale del 2007, ha raccolto solo delusioni all’All England Club. La Mattek-Sands, pericolosa su questi campi in virtù della potenza dei suoi colpi, s’impone 6-3, 6-4 e ora incrocerà la Bencic. (a.d)

Sharapova, il meglio deve ancora venire

Il punteggio potrebbe lasciar intendere che la vittoria di Maria Sharapova è stata una pura formalità. In realtà, la russa concede qualcosina di troppo al servizio alla Hogenkamp permettendo all’olandese di portarsi sul 3-4 nel primo set e di coltivare qualche pallida illusione. In compenso, Masha è molto efficace in risposta e di fatto chiude la partita con il 6-3 d’apertura.

Il secondo set è più agevole e, dopo il break iniziale, la Sharapova si porta faticosamente sul 2-0 per poi lasciare solo le briciole alla giocatrice numero 123 del ranking Wta. I doppi falli a fine match saranno 8 (contro un solo ace), ma i vincenti più del doppio rispetto alla Hogenkamp: 23 a 10. Quando è stato il momento di accelerare Maria non ha tradito: era troppa la differenza per non cogliere al volo l’occasione di approdare al terzo turno dei Championships contro la Begu. (a.d)

Le altre

Bene la frasca vincitrice di Eastbourne Belinda Bencic. La svizzera perde un set contro la Friedsam ma alla fine si impone al terzo con un perentorio 6-0. Prosegue la corsa anche di Samantha Stosur – 2 set alla minore delle sorelle Radwanska, Urszula – e di Madison Keys. La semifinalista dell’ultimo Australian Open ha vita dura con Stefanie Voegele ma passa comunque in rimonta: 6-7, 6-3, 6-4. I match più interessanti tutti nel tardo pomeriggio. Ha vinto senza problemi ad esempio Vika Azarenka. La bielorussa prosegue il suo convincente avvio di Wimbledon e con un doppio 6-3 ha fatto fuori la Flipkens, raggiungendo il terzo turno contro Kiki Mladenovic. Ma bene anche la campionessa in carica Serena Williams. Timea Babos regge infatti un solo set, ma poi è la Williams a prendere il largo: 6-4, 6-1 il finale che regala a Serena il pass per la sfida con la Watson. (s.e)

0
0