AFP

Serena Williams si salva: McHale ko in una guerra di nervi

Serena Williams si salva: McHale ko in una guerra di nervi

Il 01/07/2016 alle 20:22Aggiornato Il 01/07/2016 alle 22:47

La numero 1 del mondo soffre contro la connazionale, ma alla fine la spunta al terzo set: 6-7 (7), 6-2, 6-4. La sorella Venus vede le streghe con la russa Kasatkina in un duello generazionale terminato 10-8 dopo svariate interruzioni per pioggia.

Era scritto nel destino che le sorelle Williams dovessero affrontare due maratone, ma alla fine entrambe hanno conquistato i rispettivi obiettivi: Serena è al terzo turno mentre Venus può riposare fino a lunedì quando disputerà gli ottavi di finale.

Ormai abituata alle battaglie, Venus ha avuto la meglio sulla russa Kasatkina in un confronto generazionale. La classe ’97, con la freschezza di quei 17 anni in meno rispetto alla statunitense, ha fatto davvero vacillare le certezza della 36enne che sul 7-5, 4-6, 7-6 e 40-30 è piombata nello sconforto per un improvviso acquazzone tropicale.

Se l’entusiasmo della Williams sembrava già ai minimi storici a inizio partita, è facile immaginare il divertimento della russa che, al rientro in campo, ha annullato il match-point resistendo fino al 10-8 finale. Venus conosce già il nome della sua prossima avversaria: Carla Suarez Navarro.

La sorella Serena non ha tremato di meno. La connazionale McHale è stata una cliente ostica: dopo aver subito l’aggancio della numero 1 del mondo dal 2-4 al 4-4 all’ottava palla-break, la 65esima giocatrice del ranking Wta ha salvato un set-point con l’aiuto dell’occhio di falco sul 5-4. Per nulla appagata, l’americana meno quotata ha vinto il tie-break rimontando da 2-4 e replicando il set strappato a Serena sul cemento di Miami solo qualche mese fa con il punteggio di 9-7.

Vedere la Williams perdere un tie-break non è cosa abituale: non accadeva da 13 mesi (9 vinti di fila, 14 degli ultimi 15). Eppure Serena ha confermato di non avere nessuna voglia di abdicare e, dopo un rapido secondo set (6-2), ha trionfato per 6-4 in un durissimo terzo set ottenuto a nervi tesi. La tedesca Beck è il prossimo ostacolo verso gli ottavi.

0
0