Imago

Stephens e Svitolina ko: subito fuori due big nel femminile. Serena Williams soffre ma si salva

Stephens e Svitolina ko: subito fuori due big nel femminile. Serena soffre ma si salva

Il 02/07/2018 alle 22:27

La finalista dell'ultimo Roland Garros nonché campionessa in carica dell'ultimo US Open, si arrende in due set a Donna Vekic. Disastro anche della Svitolina, sorpresa dalla tedesca Tatjana Maria in 3 set: 7-6, 4-6, 6-1. Soffre un po' più del previsto Serena Williams, che si rivede a Wimbledon dopo due anni e batte 7-5, 6-3 l'olandese Rus. Fuori anche la Vandeweghe, era nell'ottavo della Giorgi.

Serena Williams b. Arantxa Rus 7-5, 6-3

Di fatto, Serena Williams è imbattuta a Wimbledon dal 2014 perché prima di saltare l'ultima edizione per maternità ha vinto 2 dei suoi 7 Championships. Non le sarà semplice aggiornare il record di quest'anno sulla strada del suo intramontabile mito, però intanto The White Panther - dalla catsuit nera del Roland Garros alle calze contenitive dell'All England Club - rompe il ghiaccio contro l'olandese Arantxa Rus.

Vince 7-5, 6-3 e fatica fino al sesto match-point perchè la bella mancina è sulla sua superficie preferita e lascia andare il braccio contro la migliore tennista delle ultime 3/4 generazioni: Serena, molto infastidita da una vigilia di casi antidoping, inizia contratta senza spostamenti, poi migliora sensibilmente trovando servizio e vincenti. La forma non c'è ancora e benedetto il tabellone che le regala al secondo turno una fra la ceca Smitkova e la bulgara Tomova: una qualificata e una lucky loser. Avanti o regina.

Serena Williams - Wimbledon 2018

Serena Williams - Wimbledon 2018Getty Images

Donna Vekic b. Sloane Stephens 6-1, 6-3

Non è un risultato clamoroso ma di certo l'eliminazione di Sloane Stephens al primo turno di Wimbledon vale l'upset del giorno. L'americana era infatti reduce da due risultati starordinari nei major - il primo titolo slam a Flushing Meadows e la finale del Roland Garros - però ai Championships non è mai andata oltre i quarti del 2013 ed esce subito per la seconda edizione consecutiva. Insomma, non proprio il torneo preferito della Stephens che cede in un'ora e 11 minuti (6-1, 6-3) contro la croata Donna Vekic, che un anno fa ha vinto sull'erba di Nottingham e giocato anche la finale di Birmingham.

Fuori anche la Svitolina, che beffa con la Maria

E dopo aver visto saltare Sloane Stephens, a salutare subito Wimbledon è stata un'altra Top10 di prestigio: Elina Svitolina. La testa di serie n°5 del tabellone, nonché vincitrice delle ultime due edizioni degli Internazionali d'Italia, si è fatta sorprendere dalla vincitrice del torneo di Maiorca - che si gioca su erba - Tatjana Maria. Una partita stranissima quella della Svitolina, soprattutto nel primo set. Subito sotto per 5-1, la Svitolina ha chiamato un medical timeout per farsi curare delle normalissime vesciche sui piedi, mandando in tilt l'avversaria. Dal rientro, 5 game consecutivi per la Svitolina, che però al tie-break si è fatta ugualmente sorprendere.

L'ucraina, mai oltre i quarti nei tornei dello slam, ha girato - non senza fatiche - il secondo set, ma nel terzo è clamorosamente crollata, ritrovandosi nuovamente sotto per 5-0. Solo il suo ultimo turno di servizio ha evitato il bagel, con Tatjana Maria che si è dunque presa il pass per il secondo turno. (s.e)

Le altre

Victoria Azarenka vuole rifarsi una vita anche da tennista: lei che ha vinto due volte gli Australian Open in piena epoca Williams/Sharapova e dei Championships è stata semifinalista. Non vinceva una partita negli slam dalla scorsa edizione tra le controversie per l'affidamento del piccolo Leo. Oggi Vika, subito infortunatasi al ginocchio destro per una brutta caduta, soffre e batte la russa Ekaterina Alexandrova: 7-6 (4), 6-3 in quasi 2 ore di gioco.

Caroline Wozniacki , annunciata tra le grandi favorite di Wimbledon, è la prima del Centre Court dopo Federer ed è un netto 6-0, 6-3 danese a Varvara Lepchenko. Meno bene Venus Williams che passa in 3 set, e perdendo il primo, contro la svedese Johanna Larsson: 6-7 (3), 6-2. 6-1.

Si è chiusa poi la giornata con una notizia potenzialmente interessante per Camila Giorgi. Nel suo ottavo infatti è caduta anche CoCo Vandeweghe, sorpresa dalla ceca Siniakova per 6-7, 6-3, 8-6. Una caduta importante perché in un lato di tabellone che per la Giorgi potenzilamente si apre davvero fino agli ottavi, con il pronostico che se dovesse essere rispettato la vedrebbe giocare contro la Wozniacki. Qui sotto, oltre a lei, Sevastova e Svitolina, è caduta anche la semifinalista della passata edizione e testa di serie n°19 Magdalena Rybarykova.

Video - Federer, i 5 avversari principali sulla strada di Wimbledon

02:09
0
0