Getty Images

Djokovic è in finale per la sesta volta: battuta la resistenza di Bautista Agut in 4 set

Djokovic è in finale per la sesta volta: battuta la resistenza di Bautista Agut in 4 set

Il 12/07/2019 alle 16:59Aggiornato Il 12/07/2019 alle 18:15

Il campione in carica centra la 25esima finale negli Slam, la numero 6 ai Championships: lo spagnolo vince un set ma si arrende per 6-2 4-6 6-3 6-2 in due ore e 49 minuti.

Con un po’ di fatica in più del previsto, Novak Djokovic fa il suo dovere e centra la sesta finale di Wimbledon, la 25esima in carriera negli Slam. Onore a Roberto Bautista Agut che resta in campo due ore e 49 minuti combattendo e rispondendo a chi gli dava dell’intruso alla vigilia, al cospetto dei tre totem del tennis mondiale.

Lo spagnolo vince i due quindici più belli nei primi due game, ma perde tutti gli altri punti: sembra questa la sostanza di un match dove a prevalere non può che essere la solidità del muro di gomma, il campione in carica.

Invece, nonostante il 6-2 e il 93% di punti vinti con la prima di servizio nel set d’apertura, Djokovic dà la chance a Bautista di rientrare: il break arriva nel terzo game e lo spagnolo è bravissimo a confermarlo con calma e pazienza, sfruttando il calo di energie e l’indolenza del numero 1 del mondo. Il serbo alza le braccia e mostra la sua frustrazione con una polemica per niente velata nei confronti del pubblico del centrale.

" Un sogno che diventa realtà. Ho giocato tante finali Slam ma giocarla a Wimbledon è qualcosa di diverso. Lui stava giocando la prima semifinale Slam, non è molto considerato ma è un grandissimo giocatore. Federer o Nadal? Certo che vedrò la partita, sono anch’io un loro fan. Federer-Nadal è una delle rivalità più epiche di tutti i tempi quindi è fantastico vederli giocare oggi [Novak Djokovic]"

Bautista resiste anche all’inizio del terzo parziale e fino al 3-2 sfodera gli ultimi assi nella manica aprendo grandi angoli, servendo bene e pizzicando le righe. Quando, però, il match sembra potersi allungare sui binari di una battaglia da terra battuta, su quel che resta dell’erba di Wimbledon, Djokovic gira la partita da campione. È il game del 4-2 con passante, volée e smash in rapida successione a scavare il solco. Lo spagnolo ha due palle-break per raddrizzarlo immediatamente, ma in uno scambio tremendo, da 45 colpi, ha la meglio il Djoker.

È la parola fine alla semifinale perché se il serbo prevale anche nella zona comfort di Bautista, per il verdetto è solo questione di tempo. I miracoli non bastano più allo spagnolo che chiude il suo torneo a testa altissima potendo ora finalmente pensare al suo matrimonio. Finisce 6-2 4-6 6-3 6-2 e Djokovic ora attende solo il nome del suo avversario di domenica: Rafa Nadal o Roger Federer.

Video - Bautista Agut: "Dovevo essere al mio addio al celibato a Ibiza, invece sono in semifinale!"

00:37
0
0