Getty Images

Elina Svitolina sfata il suo tabù: Muchova ko, l'ucraina è in semifinale

Elina Svitolina sfata il suo tabù: Muchova ko, l'ucraina è in semifinale

Il 09/07/2019 alle 17:49Aggiornato Il 09/07/2019 alle 18:05

La tennista ucraina centra per la prima volta in carriera una semifinale del torneo dello slam. Troppo altalenante il gioco della ceca Karolina Muchova: 7-5, 6-4 il punteggio finale, la Svitolina sfiderà in semifinale Simona Halep.

dall'inviato a Wimbledon - L’attesa è finalmente finita, Elina Svitolina ha sfatato il suo tabù. Era rimasta l’ultima giocatrice della Top10 a non aver mai disputato almeno una volta una semifinale del torneo dello slam. E questa volta non si è fatta sfuggire la grande occasione.

Troppo altalenante il tennis della sua vittima sacrificale, la ceca Karolina Muchova, protagonista ieri di una maratona da 3 ore e 18 minuti contro la connazionale Pliskova e oggi di nuovo in campo per cercare un nuovo colpaccio.

Non che la Muchova non ci abbia provato. Anzi, il suo tennis tutto servizio e discesa a rete ha certamente divertito il pubblico del Campo 1 e portato più di qualche difficoltà in avvio alla Svitolina. Poi, però, è mancata la costanza e la sostanza nei punti chiave. E con la Svitolina che ha iniziato a muoversi e rispondere meglio, la musica è cambiata.

Elina Svitolina esulta durante il suo cammino a Wimbledon 2019

Elina Svitolina esulta durante il suo cammino a Wimbledon 2019Getty Images

Eppure Muchova la sua chance – e bella ghiotta – ce l’aveva anche avuta. Un allungo che l’aveva portata fino al 5-2 nel primo set. Lì però si è spenta un po’ la luce, le discese si sono fatte meno concrete, la Svitolina ha iniziato a rispondere meglio e sbagliare assai meno, e il match è girato.

Cinque giochi consecutivi, per la precisione, per ribaltare la situazione da 2-5 a 7-5. E mettere in quel momento la prima seria ipoteca sulla partita.

Una trama che si è riproposta tale e quale nel secondo set, quando dopo un break iniziale a favore della Muchova che aveva portato la ceca sul 2-0, la Svitolina infilava altri 5 game consecutivi che la portavano addirittura a servire per il match.

L’inevitabile brividino, il mezzo psicodramma ingrediente fondamentale di ogni match WTA che si rispetti, prima della chiusura per 7-5, 6-4.

Elina Svitolina si è presa così la semifinale di giovedì: lì, l’ucraina, affronterà Simona Halep, con cui è avanti nei precedenti per 4-3 ma con la quale ha perso l’ultimo incontro, nella semifinale di Doha dello scorso febbraio. Probabilmente non partirà – anche per quanto visto fin qui – da favorita, ma per la Svitolina forse questa è anche la situazione migliore. Senza nulla da perdere e con minor pressione ora in termini di aspettative, la finale di sabato è un obiettivo tutt’altro che impossibile.

Video - Who said it? Svitolina in difficoltà sulle frasi celebri dei suoi colleghi

01:33
0
0