Getty Images

Serena Williams vince con la classe della campionessa: Riske battuta, è in semifinale

Serena Williams vince con la classe della campionessa: Riske battuta, è in semifinale

Il 09/07/2019 alle 16:11Aggiornato Il 09/07/2019 alle 16:58

La vincitrice di 23 Slam si aggiudica una battaglia durissima contro una splendida Alison Riske: 6-4 4-6 6-3 per la sua dodicesima semifinale a Wimbledon.

Impressionante. Non c'è aggettivo più calzante per la prova di Serena Williams, una lontana parente della giocatrice vista nei primi due turni che giocava sostanzialmente da ferma. Alison Riske estrae tutte le sue carte in due ore esatte di battaglia. Un quarto di finale di altissimo livello premia la campionessa, la tennista più esperta a vivere certi momenti, quelli che decidono partite e tornei.

La prima ad allungare nel match è la 29enne americana che è aggressiva con la risposta e sfodera passanti indigesti per la connazionale ben più titolata. Sul 3-4 Serena Williams aumenta la spinta e infila quattro game consecutivi, tre dei quali valgono il primo set. La testa della campionessa non scalfisce, però, le certezze della Riske che quando batte non lascia più entrare nello scambio la Williams e alza la sua percentuale di prime palle.

Nel nono game, la numero 55 del mondo si regala un passante e una demi-volée stoppata, seguiti da un game a zero che rimanda il verdetto al terzo set. Sull'onda lunga, Riske strappa il break anche in apertura di parziale per confermare la statistica che la vede vincente in tre set da sette match in cui ha perso il primo.

Un sogno infranto dall'orgoglio e dalla rabbia di Serena Williams che alza per l'ultima volta ritmo e velocità bombardando a suon di ace. Saranno 19 alla fine del match contro l’unico della Riske, ma a sorprendere è il repertorio infinito della vincitrice di 23 Slam: nell'ottavo game, Serena ricorre per due volte alla palla corta, fin lì mai utilizzata, e passa Alison Riske con classe per conquistare la dodicesima semifinale in carriera a Wimbledon.

" Ogni partita mi ha aiutata a crescere. Lei ha giocato alla grande, aveva battuto già delle grandissime giocatrici, è andata vicina anche oggi. Una semifinale a Wimbledon non capita sempre. Ho perso il servizio parecchie volte, ci sono stati momenti di tensione. Lei non aveva niente da perdere [Serena Williams]"

Sono 49 i vincenti di Serena Williams contro i 25 di Alison Riske a cui non bastano le cinque palle-break trasformate su cinque ottenute. La classe 1981 ruggisce ancora smorzando una potenziale impresa storica e dimostra di essere fisicamente ancora competitiva per la vittoria finale: un messaggio inequivocabile per le altre pretendenti al titolo così come il record di 10-1 in semifinale. L'unica persa risale al 2000 contro la sorella Venus.

Video - Coco Gauff: "Vorrei giocare di più, ma so che le regole WTA potrebbero cambiare"

01:22
0
0