Eurosport

Bacsinszky ko in finale: Garbine Muguruza fa un favore a Flavia Pennetta

Bacsinszky ko in finale: Garbine Muguruza fa un favore alla Pennetta

Il 11/10/2015 alle 13:31Aggiornato Il 11/10/2015 alle 14:10

L’iberica ottiene il successo più importante in carriera, la svizzera vede tramontare i sogni di Wta Finals: 7-5, 6-4 il verdetto, Flavia sorride

Nella settimana del suo ventiduesimo compleanno, dopo la finale di Wuhan, Garbine Muguruza si regala la vittoria più bella. Al prestigioso torneo Mandatory di Pechino la spagnola alza il secondo titolo della sua carriera, il più importante, battendo in due set Timea Bacsinszky. Così facendo l’iberica conquista la qualificazione alle Wta Finals, obiettivo sfumato per la svizzera e che sarebbe diventato realtà in caso di successo odierno.

La Bacsinszky si consola con l’ingresso tra le Top-10 per la prima volta in carriera, traguardo che ha dedicato al suo coach, Zavialoff: “Hai portato Stan (Wawrinka, ndr) nei Top-10, ora hai portato me tra le Top-10. Grazie di tutto”. Eppure la neo allieva di coach Sumyk parte contratta andando sotto per 2-5. Smaltita la tensione, la Muguruza tiene la battuta per la prima volta nel match e beneficia di un blackout della sua avversaria per rifilarle cinque giochi di fila: 7-5. La reazione d’orgoglio all’inizio di secondo set dell’elvetica, 2-0, non sortisce effetto perché la spagnola la riprende subito per poi piazzare la zampata decisiva sul 4-4: la svizzera sul 30-0 si complica la vita e la giocatrice di origini venezuelane, dopo 95 minuti, s’impone con lo score di 7-5, 6-4.

Garbine, durante la premiazione, annuncia il ritiro dal torneo di Hong Kong: la sua chiara intenzione è riposare e concentrarsi su Singapore, dove avrà ottime possibilità di superare Maria Sharapova che perderà i punti del 2014. Lunedì sarà, infatti, quarta nel ranking Wta a un solo punto da Masha (4690 a 4691) mentre la Bacsinszky, a cui è stata negata una wild card per Linz (dove l’hanno strappata la Paszek e Haas), spera di averne una a Hong Kong.

La situazione della Pennetta

Il risultato finale non può che far sorridere Flavia Pennetta che la prossima settimana affronterà il torneo di Tianjin, dove è testa di serie numero 1. Vincendo l'appuntamento cinese, la brindisina sarebbe quasi sicura di andare al Masters. Per soffiarle il posto Venus Williams dovrebbe, infatti, ottenere 452 punti tra Hong Kong e Mosca, a cui non è iscritta per ora. Un appuntamento da non fallire per la Pennetta che altrimenti dovrà andare a giocarsi le sue chance anche a Mosca (con eventuale wild card). A meno di disastri, Flavia, wc o non wc, sembra ormai qualificata. Vinci ed Errani sono, invece, già sicure di andare al Master B di Zhuhai. Attualmente la Race – tolta Serena Williams che non parteciperà alle Finals – recita:

GIOCATRICE PUNTI
Halep 5790
Muguruza 4511
Sharapova 4322
Kvitova 3491
Kerber 3330
Radwanska 3245
Safarova 3221
PENNETTA 3153
Bacsinszky 3133
0
0