Eurosport

Pennetta ok al suo rientro in campo dopo la vittoria agli US Open, bene Errani

Pennetta ok al suo rientro in campo, bene anche Errani
Di LaPresse

Il 04/10/2015 alle 11:47Aggiornato Il 05/10/2015 alle 16:40

La brindisina supera in tre set la wild card di casa Xin Yun Han e passa al secondo turno del torneo di Pechino. La romagnola, invece, elimina la testa di serie numero 2, Petra Kvitova

Esordio posiivo per Flavia Pennetta al 'China Open', ultimo Wta Premier Mandatory del 2015, dotato di un montepremi di 5.678.653, in corso sui campi in cemento del Beijing Olympic Park al China National Tennis Center di Pechino. A tre settimane dal trionfo di Flushing Meadows, la 33enne brindisina, numero 6 Wta e terza testa di serie, è rientrata nel circuito battendo la wild card di casa Xin Yun Han, numero 160 Wta, in tre set: 7-5, 4-6, 6-4 dopo due ore e 27 minuti.

Vinto il primo set, l'azzurra è calata nel secondo e poi nel terzo si è trovata sotto 2-0. A quel punto la Pennetta ha di nuovo alzato il livello, ha ritrovato efficacia nel servizio troppo altalenante (lo ha perso sette volte nel corso del match), e ha rimontato chiudendo 6-4. Una vittoria sofferta, ma fondamentale per riprendere la marcia verso le Wta Finals di Singapore. Al secondo turno troverà la 27enne brasiliana Teliana Pereira, numero 51 del ranking (nessun precedente).

In realtà non era questo il primo momento in cui Flavia ha messo piede in campo dopo la vittoria agli US Open: aveva già disputato il primo turno in doppio con Sara Errani nella giornata di sabato, vincendo per 6-1 6-3 contro Jurak/Rodionova.

E la stessa Sara Errani parte a sua volta molto bene. La numero 22 del seeding ha eliminato per 7-5, 6-4, dopo due ore e sette minuti di partita, la ceca Petra Kvitova, numero 4 Wta e seconda testa di serie del torneo, contro la quale aveva sempre perso nei sei confronti precedenti. L'azzurra è partita benissimo (3-1) ma poi ha subito il ritorno della Kvitova che, avanti 4-3, ha fallito tre chance per il secondo break. Sul 4 pari è stata invece la Errani a mettere a segno il break, restituendo però immediatamente il favore. Copione identico sul 5 pari ma questa volta Sara è riuscita a tenere la battuta archiviando il primo parziale (7-5). Nella seconda frazione il break decisivo è arrivato al nono gioco e la romagnola ha poi chiuso 6-4 dopo aver annullato due palle-break. Al prossimo turno la romagnola troverà la francese Caroline Garcia.

0
0