Getty Images

Naomi Osaka trionfa a Pechino: battuta la n°1 del mondo Ash Barty

Naomi Osaka trionfa a Pechino: battuta la n°1 del mondo Ash Barty

Il 06/10/2019 alle 13:21Aggiornato Il 06/10/2019 alle 13:41

La giapponese si impone in rimonta sull'australiana Ashleigh Barty: 3-6, 6-3, 6-2 centrando il suo secondo titolo più importante della stagione dopo il successo all'Australian Open. Si definisce anche la corsa per le WTA Finals, in cui mancano solo gli ultimi due posti. Rischia Serena Williams.

La stagione del tennis femminile volge verso il termine, con le WTA Finals di Shenzhen che tra due settimane chiuderanno i battenti sul 2019. Oggi però c’era da eleggere la campionessa di uno dei 4 tornei più importanti al di là degli slam, ovvero il Premier Mandatory di Pechino.

E’ stata vittoria per la giapponese Naomi Osaka, che ha suggellato un gran torneo con la rimonta in finale sulla n°1 del mondo Ashleigh Barty. Vittoria per 3-6, 6-3, 6-2 per la Osaka che centra dunque il suo secondo successo stagionale più importante dopo il trionfo a inizio anno a Melbourne con l’Australian Open.

Una settimana in cui la Osaka ha steso in rimonta anche la campionessa dell’ultimo US Open Bianca Andreescu e che in qualche mondo ci sta per consegnare delle WTA Finals di grandissimo livello e incertezza.

In 4 si sono infatti divise gli slam; e tre di queste anche i principali Premier Mandatory (IW Andreescu, Miami Barty e Pechino per Naomi Osaka).

Sei sono già le qualificate con due settimane ancora di tennis femminile da giocare: i Premier International di Linz e Lussemburgo (che mettono in palio 280 punti) e il successivo Premier di Mosca che ne mette in palio 470.

La corsa alle WTA Finals di Shenzhen

Già certe di un posto, in rigoroso ordine di Race 2019, abbiamo Barty, Pliskova, Osaka, Halep, Andreescu e Kvitova. Le altre quattro a giocarsi gli ultimi due posti sono Svitolina (3995), Serena Williams (3935), Kiki Bertens (3870) e Belinda Bencic (3705).

Queste ultime di fatto sono racchiuse in 290 punti e nelle prossime due settimane si giocheranno gli ultimi due posti. Particolare la situazione della Williams, molto a rischio, ma di fatto a oggi non iscritta a nessuno dei prossimi tornei.

La Bertens, sua minaccia principale, parteciperà sia a Linz che a Mosca. La Svitolina solo a Mosca. Mentre la Bencic a oggi è iscritta solo a Linz. Da tenere d’occhio dunque la strada che faranno queste protagoniste nei prossimi tornei. E da capire, soprattutto, come deciderà di agire Serena.

Video - Andreescu si scioglie in un pianto in conferenza: "Ho battuto Serena e ancora non ci credo..."

00:56
0
0